Sergent Nicchia delle torture

Sergent Nicchia delle torture
La gita
umbe-mine
4 24.05.2016

L1 su Paperinik (passetto aleatorio per arrivare ad afferrare delle buone prese rovesce in corrispondenza del tettino e poi due tacche sulla destra da tirare per ribaltarsi al di sopra, di lì runout lunghetto, anche se molto più facile, evitabile comunque con uno 0.3 BD o nut piccolo).
Il tiro della Nicchia parte con un paio di metri un pò disturbati dalla vegetazione, proprio accanto alla sosta, poi segue una stupenda e regolarissima fessura proteggibile con il 2 BD che corre verso sinistra. Arrivati al suo limite inizia la sezione improteggibile di tre metri circa, dove con le mani si afferra il bordo svaso di una larga fenditura che questa volta corre verso destra fino alla nicchia. In corrispondenza di questa c’è un buon appoggio per i piedi e una presa comoda per le mani. Nut incastrato proprio dentro la nicchia rinforzabile con un ottimo 0.3 BD da piazzare accanto. Segue il ribaltamento di “decisione” (proteggibile con BD 4 / 5) e la fessura finale, che definirei larga, rude e dolorosa! …quanto basta per giustificare il nome della via :-). Dopo esserci calati abbiamo provato “Danza in trance”, ovvero una stupenda placca ondulata senza l’ombra di un appiglio degno di chiamarsi tale, che mette a dura prova la mescola delle scarpette! Guardando le evoluzioni della Clodi, che tornerà presto per chiudere i conti, sono riuscito ad immaginarmi il motivo anche di questo nome cosi strano! 😉

Link copiato