Sella (Punta) Via Manera-Fulgenzi

Sella (Punta) Via Manera-Fulgenzi
La gita
carlo
5 24/07/2011

Via molto interessante, di ampio respiro,meriterebbe senz’altro una maggiore frequentazione. La roccia è buona, l’esposizione favorevole, i tiri sono quasi tutti interessanti,le difficoltà di ordine classico. Molto apprezzabile il metodo adottato per attrezzare la via, senza banalizzarla, ma rendendola sicura e fattibile in tempi ragionevoli: due spit con maillon a tutte le soste, qualche spit nelle sezioni più difficili da proteggere. Il temuto 12° tiro non è così “adrenalinico” proteggendosi in partenza su un buon vecchio chiodo a sinistra sulla placca.
La relazione su Gulliver è ottima, precisa e dettagliata quanto basta: complimenti a “thebrd”!
Attualmente sono indispensabili i ramponi sia per la salita che per la discesa, che risulta piuttosto insidiosa causa neve e ghiaccio al colletto Sella ed, a tratti, sulla cengia obliqua. Noi abbiamo infine optato per una doppia di 40 metri per raggiungere il nevaio (lasciata una fettuccia su grosso masso).
Orario:attacco alle 6, in cima alle 12, al rifugio alle 16.
Meteo:tempo bello, freddo, ma senza vento e con poche nebbie pomeridiane. Ben coperti, al sole, si scalava senza problemi.
Rifugio completo, gestione sempre professionale.
Folla sulla normale al Viso, qualche cordata sulla Est. Noi in totale solitudine.
Notevole l’innevamento ancora presente in zona.

Con Alberto, gran compagno di cordata.

Alberto Morino-Carlo Ravetti

Link copiato