Scandeiera (Cima della) da Casterino per la Baisse de Peyrafique

Scandeiera (Cima della) da Casterino per la Baisse de Peyrafique
La gita
pulici
4 08/06/2013
Accesso stradale
no problem alla Bassa (2 conoidi fresati)
Osservazioni
Visto valanghe a pera esistenti
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo non portante
Neve (parte inferiore gita)
Farinosa compatta
Quota neve m
2200

qualche invaso ancora colmo di neve nel lungo traverso al colle, morbida il giusto per essere attraversato agilmente. Nessun problema sulla Scandeiera, montagna alquanto tozza ma elegante, non monotona grazie alla predetta conformazione a conca e con valloncello pensile. Il dislivello evidenzia le risalite del percorso ad anello. BR solo per lo strappo della pala finale, e per i pendio del Sabbione.

Calzate le racchette al colle est, neve moderatamente sfondosa in salita (e discesa a bob) ottimo grip sulla risalita alla Cima del Sabbione, essendo lato O.
Propositi di conquista della ripida Vernasca abbandonati a causa del meteo, sereno verso le 7 ma già alquanto buiastro verso le 10, e che lasciava senz’altro intravedere il pronosticato temporale che invece non è mai arrivato (all’auto alle 15). Per motivi qui poco interessanti ma a me sensibili un pensiero al povero berger francese “foudroyè” nel 1991 poco sopra la Bassa di Barsenzana (lapide). Luoghi a me sommamente cari.

Link copiato