Sbarua (Rocca) Voyage selon les classiques

Sbarua (Rocca) Voyage selon les classiques
La gita
fontamara
5 12/06/2021

La via è interamente attrezzata con spit nuovissimi e luccicanti. Lo spit inizale del primo tiro c’è ed è a portata di mano quindi nessun rischio di spiaccicarsi nel dirupo. La gradazione dei tiri secondo me è corretta al limite massimo di ciascun tiro (6a+,6a,6a+,6b+). Con un lungone (rinvio chiamato anche furbo di lunghezza circa 30 cm) si può salire senza patemi d’animo. Non si può azzerare nulla ma si arriva sempre alla presa ‘buona’ che ti permette di moschettonare il rinvio successivo. Soste tutte comode su terrazzini tranne l’ultima, che non conviene bypassare salendo sulla sosta di fine ferrata (quella della Gervasutti-Ronco) perché si potrebbe incorrere in accavallamenti di corde che rendono il recupero farraginoso.

Via molto bella da fare con temperature accettabili sotto i 20°. Noi abbiamo osato e la roccia, pur essendo rugosa, non aveva ovviamente il giusto grip. Con il caldo eccessivo anche le scarpette diventano pantofole e in placca non è il massimo. Via consigliata!

Link copiato