Savina (Punta) Canalone NNO

Savina (Punta) Canalone NNO
La gita
paoachi
4 15/04/2017

canalone mediamente 45°, max 50° – avvicinamento da San Giacomo di Entracque al conoide, 2 h. – Giunti al Pian del Rasur, appena la strada spiana, sulla sinistra c’è un vecchio bastoncino che segna l’inizio della mulattiera che sale nel bosco. Dopo mezz’ora ci sono interruzioni. La si può comunque seguire sino a quando spiana un po’ e sulla destra inizia il conoide del canolone. Salita non impegnativa se è completamente innevato. Discesa invece decisamente più complessa. Uscire dal canalino e andare subito a sinistra in direzione NNE, seguendo la cresta molto affilata. Se c’è neve scendere per mezz’ora sul fianco destro e poi riguadagnare il filo di cresta traversando a sinistra in corrispondenza di un isolotto roccioso con un traverso ripido e non semplice. Seguire la cresta sino ad uno sperone evidente appena sopra il colle, sul quale si trovano numerosi cordini e fettucce per la calata in doppia di circa 20 mt. Alcuni buoni alcuni no. Fare attenzione soprattutto a quando ci si assicura per attrezzare la doppia. Prendere solo quelli buoni!! Quindi seguire dritti il canale che porta sino alla base del conoide che a questo punto rimane sull sinistra. Da lì si può riprendere la mulattiera oppure andare dritti lungo il pendio, se innevato, sino prima di un balzo di roccia. A quel punto piegare a sinistra nel bosco e csendendo sempre obliquamente verso sinistra, si incontra la mulattiera.

Salita in ambiente molto selvaggio assolutamente non frequentata. Stupendo il panorama verso Sud e Ovest. Si riconoscono molto bene tutte le vette della vicine marittime. Presenti numerosi animali. Vale assolutamente la fatica. Copertura telefonica totalmente assente anche al parcheggio.

Link copiato