Sajama (Nevado) Via Normale dal Versante O e dalla cresta NO

Sajama (Nevado) Via Normale dal Versante O e dalla cresta NO
La gita
bubbolotti
4 03/08/2012

Saliti come da descizione prima al campo base dove abbiamo pernottato e poi al campo alto dove abbiamo passato una seconda notte. Da non sottovalutare la quota che rende ogni movimento faticosissimo. Noiosi i moltissimi penitentes che si incontrano e che rallentano la marcia ulteriormente. In questo momento li si trova in modo continuo per 250/300m di dislivello. Il passaggio tecnico non é altro che un canale di un centinaio di metri che si raddrizza negli ultimi 20/30m fino a 45 gradi. Ben scalinato e scendibile faccia a valle come tutto il resto del percorso. Fraddo non eccessivo ma peggiorato dalle raffiche di vento che ci hanno accompagnato dai 6000m in su. Sembra incredibile ma per fare gli 850m dal campo alto alla vetta si impiegano 6 ore!!!
Eterna la discesa dalla cima al parcheggio: abbiamo deciso di saltare una ulteriore notte in tenda e scendere fino al paese.

Salita ovviamente fatta con Bubbola. In vetta con noi (oltre alle guide) solamente un tedesco, unico sopravvissuto di un gruppo di 6 presenti al campo alto. Estremamemte sportivi i 5 rinunciatari che ci hanno accolto al ritorno con grandi complimenti e manifestazioni di apprezzamento! Grazie alla nostra guida Cecilio che con estrema professionalitá ci ha accompagnati fino in vetta! A questa quote e su itinerari cosí poco frequentati vale la pena spendere qualche euro in piú ed affidarsi ad una guida qualificata (UIAA) e non a semplici porteros (portatori) che si spacciano per tali.

Link copiato