Sa Costa e S’Aidu – Pedra LongaAtlantide

Sa Costa e S’Aidu – Pedra LongaAtlantide

Dettagli
Altitudine (m)
100
Dislivello avvicinamento (m)
50
Sviluppo arrampicata (m)
400
Esposizione
Sud
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
6a+

Località di partenza Punti d'appoggio
Ristorante Pedra Longa

Note
Consigli utili: in estate attaccare la via non prima delle 13 e considerare almeno 1,30 h di doppie. Copertura cellulare ottima. Riparata dal maestrale. Gli arrampicatori al di sopra delle difficoltà possono scalare i primi tiri anche con scarpe da avvicinamento e mettere le scarpette dal quinto tiro in poi. Pur essendo una via sportiva chiodata ravvicinata è necessaria un minimo di preparazione alpinistica che consenta di non andare fuori via su tratti non disgaggiati, conoscenza minima delle manovre di soccorso e delle corde doppie.

Portare due corde da 60m, 15 rinvii se non si saltano soste, casco, acqua, pila frontale, viveri
Avvicinamento
Dal parcheggio risalire brevemente sulla strada asfaltata fino ad imboccare la traccia evidente di Selvaggio Blu, seguire il sentiero in salita sotto alla nostra parete. Dopo 5 minuti il sentiero prosegue in piano e quindi comincia a scendere. Non scendere ma seguire un sentiero verso sud che inizia da un leccio (bivio non molto evidente).
Seguire il sentiero che a tornanti si avvicina progressivamente al lato sinistro della parete. Quando quasi la tocca lo si lascia in un tornante e in 10 metri si raggiunge l’attacco, nome scritto alla base (15 minuti dalla auto)
Descrizione

L1: seguire un diedrino poi bel muretto di buona roccia. Si finisce per facili gradoni alla S1, 45m (5a)
L2: per facili gradini e paretine con un ultimo passaggio più impegnativo, S2 25m (4c)
L3: traversare con attenzione il catino (se ci sono cordate sotto) e salire una bella e lunga placca, S3, 50m (5b)
L4: per facili gradoni, quindi per fessure e un leggero traverso a destra, S4, 35m (5a)
L5: ora la parete si raddrizza. Per parete lavorata, diedrino da fare in spaccata e placca di bella roccia, S5, 30m (5c+)
L6: a sinistra ristabilirsi su una placca con difficile passaggio, quindi su una cengia. Per parete articolata alla S6, 45m (5c+)
L7: in diagonale a destra per bella rocca, S7 facoltativa, 30m, (5a)
L8: in verticale e poi con difficile traversino finale a destra, S8, 20m (6a)
L9: a destra quindi su una bella parete di roccia grigia che rasenta un diedro, S9 su cengia, 40m (6a)
L10: a destra montando su un ginepro e salendo una parete decisamente verticale. Un breve tratto di roccia non molto sana precede la S10, 25m (6a+)
L11: a destra in un diedro e poi un secondo, molto bello. Uscire sulla placca a sinistra eventualmente aiutandosi con i rami di un albero, S11, 25m (6a+)
L12: per una bella e lunga placca a gocce in cima, S12, 30m (6a)

DISCESA
Possibile discesa a piedi ma impegnativa e lunga per le creste di Punta Su Mulone e Cuccuru Mannu (1,30 ore sino alla strada sterrata, poi ulteriore 0,30 ore al paese di Baunei … ma la macchina è a Pedra Longa!)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
https://www.planetmountain.com/rock/vie/itinerari/scheda.php?lang=ita&id_itinerario=2147&id_tipologia=38
puzzole
21/05/2019
2 anni fa
Link copiato