Rubbio (Grange) da San Damiano Macra, giro per Camoglieres e Macra

Rubbio (Grange) da San Damiano Macra, giro per Camoglieres e Macra
La gita
solitone
4 16/06/2019
Equipaggiamento
Full-suspended
Traccia GPX
Traccia della mia gita del 16/06/2019

Ho ripercorso il giro di Pik, allungando il giro del Sentiero dei Ciclamini per mezzo di un tratto del Sentiero della Montagna e aggiungendo una risalita a Camoglieres su asfalto, in modo da poter percorrere anche il tratto del Sentiero dei Ciclamini che scende verso la borgata Villar.

Dalle Grange Rubbio si inizia a scendere per un semplice sentiero nel bosco, ma dura poco: è necessario risalire con alcuni tratti abbastanza ripidi, che si superano più comodamente con la bici a spalla. Seguono una serie di traversi pianeggianti intervallati da sali-scendi, non difficili ma un po’ esposti e spesso ho preferito spingere la bici. Fino alla discesa con la catena quindi non è il massimo del divertimento, ma la vista compensa. Confermo che la sezione con la catena non è particolarmente problematica e non è nemmeno esposta. Da lì in poi è una goduria pura: discesa in cresta spettacolo seguita da una lungo e piacevolissimo sentierino nel bosco, con fondo in terra battuta. E’ pulito e si guida molto bene. Per arrivare a Camoglieres il sentiero risale un pochetto, ma è perfettamente pedalabile.

Da Camoglieres si imbocca il Sentiero dei Ciclamini. Salita inizialmente tecnica, poi diventa liscia, facile e poco pendente. Al posto di scendere direttamente a Caricatori per il Sentiero dei Ciclamini, ho tenuto il sentiero che resta più in alto sulla destra (Sentiero della Montagna). Ho ignorato il bivio che si incontra dopo un po’ a sinistra che porta all’area picnic (anche se mi è sembrato un breve sentierino che potrebbe meritare) e ho proseguito brevemente fino a incontrare il sentiero che scende dalla Grangia Cugnet. Lì ho fatto dietro-front e sono sceso prima all’area picnic, poi alla borgata Caricatori, ricongiungendomi al tracciato ufficiale. Breve tratto su asfalto e poi giù per sentiero fino a Macra.

Sono quindi sceso un pezzetto per la provinciale e risalito a Camoglieres per asfalto, per ridiscendere dal pezzo di Sentiero di Ciclamini che mi mancava, quello che va a Villar e quindi a Macra. Tecnicamente è la parte più bella del Sentiero dei Ciclamini, quindi ne è valsa la pena.

Non mi è piaciuta invece l’ultima discesa, quella da Ansoleglio a Garino, il caldo che si patisce in salita non è secondo me giustificato dal tipo di sentiero. Sono stato contento solamente per l’inaspettato buon pranzo al Maraman di Celle di Macra (antipasti, primo, dolce, acqua e caffè a 18 €), che mi ha ricaricato. Ho trovato questa terza discesa banale in alto, una strada sterrata ridotta ormai a sentiero che va giù abbastanza rettilinea. Quando diventa finalmente un sentiero vero è ha i classici difetti dei sentieri in faggeta che non hanno avuto manutenzione da un po’ di tempo: foglie e ramaglie lo rendono molto più sporco dei precedenti. C’è una sezione finale più tecnica e simpatica, ma dura poco. Arrivato alla strada ho provato a seguire le indicazioni dei cartelli CAI per San Damiano Macra, ma una volta raggiunta in salita Garino e quindi il sentiero GTA che risale, il sentiero per San Damiano dopo un po’ diventa impraticabile a causa dei tantissimi alberi caduti. Sono quindi tornato indietro e mi sono annoiato sul bitume della provinciale.

Link copiato