Rottällihorn da Realp

Rottällihorn da Realp
La gita
barrosismo
4 29.12.2018
Accesso stradale
Nel week-end arrivare a Realp prima delle 7.30 per evitare la coda fino ad Andermatt
Osservazioni
Visto valanghe lastroni esistenti
Neve (parte superiore gita)
Farinosa ventata
Neve (parte inferiore gita)
Farinosa ventata
Quota neve m
1200
Equipaggiamento
Scialpinistica

Arrivo all’uscita di Andermatt alle 7.50, partirò dall’auto alle 9. Coda infinita fino ad Andermatt e poi ho pure parcheggiato a inizio paese (7 CHF per un giorno). C’era in giro il mondo ma non molti su questo itinerario. Stradina della ferrovia innevata fin da subito. Lungo spostamento con guadagno minimo di quota a inizio gita. Al bivio scelgo il sentiero invernale che lunghi pianori porta sotto la Rotondohutte. Scelgo di passare dalla Hutte – si potrebbe stare bassi verso il Gross Leckihorn e poi traversare alti – perdo un po’ di quota e poi salgo dritto su traccia di ciaspole verso il Rottallipass. Dal passo sci ai piedi fino a 10m sotto la vetta, raggiunta senza ramponi. Panorama mirabile in una giornata super blu. Circa 15 persone su questo itinerario. Si potrebbe concatenare lo Stellibodenhorn (ramponi indispensabili), ma me lo tengo per il futuro. Scelgo di evitare il pendio diretto sotto la cima, dato che mi sembrava crostoso. Dal passo trovo infatti crosta – sciabile – per 70-80 m, poi appare la polvere che mi accompagnerà per quasi tutta la discesa, bellissimo. Traverso basso sotto la Rotondohutte e poi scelgo la discesa in un canale tracciato (via invernale?) che è un toboga tra arbusti, con tratti ripidi e gelati. Comunque arrivo alla stradina e giù veloce a Realp.

Link copiato