Rosso d’Ala (Monte) da la Fabbrica

Rosso d’Ala (Monte) da la Fabbrica
La gita
muntagnin77
5 31/07/2022
Accesso stradale
Torino-Valli di Lanzo-Ala di Stura

Escursione in ambienti molto selvaggi e poco frequentati, lontani dalle cime “di massa”. Cima di “nicchia”, riservata agli amanti dei lunghi percorsi, del “ravanamento” (in alcuni punti il sentiero va un po “cercato”) e dei canaloni…. Partito da “la Fabbrica” ed intercettato sentiero 211A. A tratti, nella parte intermedia, il sentiero tende a perdersi nell’erba alta e nei cespugli (ci sono degli ometti ma non sempre sono ben visibili). Superato un primo alpeggio il sentiero torna abbastanza evidente, sino a giungere ad un “trivio”: da qui seguire indicazioni per Alpe Radis (raggiungibile in circa 45 min.). Dall’Alpe Radis, senza percorso obbligato, svoltare a destra compiendo un semicerchio, sino ad intercettare l’evidente canalone detritico (qui sono presenti numerosi ometti). ATTENZIONE: il canalone è piuttosto sfasciumoso, pietre instabili e cespugli di aglio selvatico ostacolano un pochino l’incedere. La parte superiore del canalone porta ad un colle (ometto di pietre). Da qui, svoltare a destra e, con passaggi di semplice arrampicata, seguire gli ometti che portano alla cima. In conclusione: escursione x amatori del “ravanage”, visto che in molti punti il sentiero va trovato (un peccato, se fosse “bollato” attirerebbe molte più persone su una Cima molto bella e panoramica delle Valli di Lanzo).

Fulvio Poma per la compagnia

Link copiato