Rossa (Rocca) – Super Rouge

Rossa (Rocca) – Super Rouge
La gita
andreino
3 15/06/2020

Bel viaggio, non banale se effettuato in giornata da casa…
I luoghi sono magnifici, nn ero mai stato in questa valle; è ancora presto, le condizioni rendono la salita (e la discesa) consigliabili a gente esperta.
Oggi quasi nessuno in giro, avvicinamento con ramponi e una picca indispensabili; parete segnata da un grande nevaio presente all’inizio del terzo tiro, che abbiamo aggirato a destra aprendo una variante molto bella, salendo un diedro-fessura 15 m a destra degli spit, ben proteggibile a nut, per poi tornare a sinistra al di sopra e proseguire in placca.
La via per il resto è in ordine, come l’attrezzatura. A noi è piaciuta, ben chiodata; la roccia richiede un po’ di attenzione in qualche tratto, anche a causa della scarsa frequentazione.
La discesa, con tutta la neve che c’è ancora, è un viaggio a sè… iniziato con una ventina di minuti di grandinata proprio all’uscita della via… Fatto doppia da 30 m su ottimo spuntone per scendere il canalino con neve marcia, che nn ci ispirava.
Poi attraversato la Bassa di Schiantalà su neve migliore del previsto, per essere di pomeriggio. Scesi passando per lo Zanotti.
IMPORTANTE: a differenza di quanto mi aspettassi, segnalo che questa parete nord-est in realtà prende molto sole, almeno tutta la mattina: anzitutto mi pare più est che nord, poi non ha punte davanti che coprano il sole, oltre ad essere una placconata continua a tratti abbattuta, che prende bene il sole alto.

Bella via, decisamente per amanti del genere (23 km di spostamento, 1600 m di dislivello, lungo giro ad anello tra andata e discesa con zaini belli pesanti, avendo anche ramponi, picca…).
Posti magnifici.
Con Stefano, altro amante del genere “avvicinamenti e discese eterni, qualche casino da improvvisare e risolvere, orientamento e buonumore”.
Foto e report:
dani-climb2.blogspot.com/2020/06/rocca-rossa-m-2995-super-rouge.html

Link copiato