Rosa dei Banchi da Campiglia Soana per il Colle della Rosa

Rosa dei Banchi da Campiglia Soana per il Colle della Rosa
La gita
peax97
5 14/08/2019
Accesso stradale
Nessun problema, posteggiato a Campiglia Soana
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati

Prima salita in assoluto per me, con Riccardo.
Dopo anni di interesse, complici le ottime previsioni meteo abbiamo finalmente deciso di tentare la salita. Partiti da Campiglia alle 6.15 circa, siamo arrivati in punta alle 13.20. Fino al colle della rosa nessun problema, sentiero sempre ottimamente segnalato e con cordoni per procedere in totale sicurezza al passo del gatto. Dal colle in poi la situazione cambia molto: si procede seguendo i non troppo frequenti ometti, senza troppi problemi, fino al primo torrioncino che sbarra la strada. Qui a causa di dubbi del mio socio abbiamo deciso di aggirarlo passando sul lato valdostano (lo sconsiglio: facendo attenzione si nota chiaramente il passaggio che passa in mezzo al torrioncino e prosegue quasi sul filo di cresta che è molto più agevole; il detour valdostano che abbiamo intrapreso porta a una perdita di quota e si svolge su terreno friabile e poco stabile). Siamo quindi ritornati in cresta e proseguito fino alla paretina attrezzata con corda (si raggiunge seguendo il sentiero sul lato valdostano che si incontra al secondo torrione di roccia; attenzione poco prima dei 3 scalini d’acciaio, il sentiero è molto stretto e in alcuni tratti esposto, pessimo se si soffre di vertigini), e ritornati in cresta abbiamo raggiunto la vetta puntando direttamente alla croce ben visibile, con alcuni tratti dove l’uso delle mani è necessario. Peccato per le nubi che durante la salita hanno cominciato a bloccare il panorama piemontese, mentre la Valle d’Aosta è sempre rimasta limpidissima.
Escursione mozzafiato su terreni molto vari, ma che richiede un minimo di esperienza in questi ambienti e assenza di vertigini.
Discesa per l’itinerario di salita.

Un grande grazie a Riccardo, che nonostante alcuni momenti di panico mi ha accompagnato su questa punta che abbiamo sognato ogni estate fin da quando eravamo bambini.

Link copiato