Roletta (Monte) da Eaux Rousses per il Colle di Sort

Roletta (Monte) da Eaux Rousses per il Colle di Sort
La gita
titty79
5 27/09/2014

Se per alcuni (me compresa) la Bioula sembra essere un castigo divino, e’ perche’ ancora non si e’ fatta la Roletta !!!
Percorso lungo e faticoso, la mulattiera reale una volta imboccato il centro del vallone tende a perdersi, quindi fare molta attenzione ai segni gialli e ometti, per poi scomparire del tutto arrivando al di sotto del colle di Sort, conviene andare a occhio dove si ritiene piu’ comodo onde evitare di divagare troppo, la mulattiera scompare al di sotto di grosse e piccole frane rocciose, per poi ricomparire magicamente al colle.
Dal colle continua una bella traccia di sentiero…poi iniziano traversi di sfasciumi, canalini franosi, un po’ di percorso di cresta su massi stabili e non …ogni tanto qualche ometto..insomma, percorso decisamente da ricercare, dove non c’e nulla di scontato, come nulla di eccessivamente complesso ma nemmeno banale vista la qualita’ del terreno, bisogna fare molta attenzione perche’ di stabile non c’e’ molto ed il percorso e’ ripido e faticoso.
Arrivati in vetta con una giornata adatta ad una gita del genere, il che rende tutto piu’ sopportabile e sicuro…panorami a 360°…ambiente selvaggio anche se non severo.
Il percorso dal colle di Sort e’ in comune con l’itinerario dal Vallone di Sort e quindi da Rhemes, ma, a mio parere, una EE/F ci potrebbe stare bene, non essendoci percorso obbligato e, volendomi tenere lontana dagli sfasciumi piu’ ripidi e pericolosi, ho scelto di percorrere passaggi un’ po’ piu’ stabili dove comunque si richiede un po’ piu’ l’utilizzo delle mani.
Discesa eterna da calcolare per non scaricarsi sfasciume l’uno con l’altro, dal colle tagliato poi in mezzo all’immensa ed eterna pietraia riprendendo la mulattiera nella parte terminale.
Assolutamente la sconsiglio in caso di tempo incerto e nebbia.
In compagnia di Roberto e Monica, alla quale e’ doveroso un ringraziamento per l’impegno messo su questi terreni particolari per i quali occorre una certa abitudine, e dei complimenti per aver tenuto duro nonostante qualche piccolo malessere…ma soprattutto un grazie, per essere una grande amica ed una grande persona e non c’e’ modo migliore di dimostrarglielo dedicandole questa bella avventura.
le stelle sono per il tipo di gita veramente particolare

Link copiato