Roccia Nera – Breithorn Occidentale traversata dei Breithorn da Plateau Rosà

Roccia Nera – Breithorn Occidentale traversata dei Breithorn da Plateau Rosà
La gita
marcestonex
5 12/09/2021
Accesso stradale
Posteggio a Cervinia dagli impianti gratis e grosso

Bellissima Traversata!
Primo giorno dagli impianti di Plateu Rosà al Bivacco Rossi e Volante in 3h ore esatte con tutta la calma del mondo, fino sotto il Centrale ghiacciaio (e piste) perfetto, dopo il superamento di alcuni crepacci monstre costringe a legarsi e stare attenti, anche valutando in base al caldo se conviene passare sui ponti già presenti o aggirare (alcuni ponti sono lunghi anche 2/3 mt). Il Bivacco potrebbe essere sicuramente tenuto meglio, materassi e cuscini sono molto sporchi e le coperte sono sottilissime e utili a tenere caldo solo se il Bivacco fosse pieno: a tal proposito consiglio di portarsi un sacco a pelo per evitare di morire di freddo. All’esterno sono presenti escrementi in vario stato di decomposizione praticamente ovunque, fossimo tutti un po’più civili forse si riuscirebbe a respirare meglio.
L’indomani mattina siamo partiti alle 5.30 (eravamo in 14 nel Bivacco, e quelli svegliati prima di noi non erano molto reattivi), alle 6.30 eravamo in Vetta alla Roccia Nera su ottima traccia e niente ghiaccio (grazie alla leggera nevicata di 2 giorni prima), da lì in 30 min si è sul Gemello; a tal riguardo, la traccia porta non nel famoso canalino ma di fronte a 3mt di IV con un friend incastrato, il canalino va preso prima di arrivare lì traversando verso sinistra su cengia a metà del pendio nevoso.
Dalla vetta con 2 doppie si arriva alla sella sottostante (2 doppie assolutamente necessarie se si dispone di una singola da 60, nel caso si avessero 2 corde da 60 ne basterebbe una; il posto è pieno zeppo di soste, quindi non occorre aspettare le cordate davanti per scendere)
Dalla sella in 10 minuti si è in vetta all’Orientale e da qui con altre 2 doppie (vale pari pari quanto detto prima) si è alla cresta nevosa ed in 5 min al colletto sotto la Cresta del Centrale.
Il primo risalto presenta un tiro di circa 35mt di IV+ che praticamente tutti evitano per risparmiare tempo ma davvero a torto, la roccia è pazzesca e l’arrampicata bellissima: unica pecca, in totale 1 spit e un cordone, ma qualche possibilità di integrare con friend
Dalla fine del tiro e quindi del primo risalto, i successivi 2 risalti sono relativamente semplici (forse qualche passaggio di III), noi abbiamo fatto tutto in conserva protetta con friend. Arrivati al Centrale in 2h, 5.00h totali (pause e doppie comprese) dalla Roccia Nera facendo tutto con calma. Lunga sosta ristoratrice e poi via alla volta dell’Occidentale, che si raggiunge in mezz’oretta scarsa e sul quale sembrava di essere al supermercato nonostante fosse praticamente mezzogiorno passato. In totale 6h dalla Roccia Nera, 7 dal Bivacco pause comprese, senza strafare e con molta calma. Da lì in poco più di 1h eravamo agli impianti pronti per prendere la funivia delle 14 (ultima corsa alle 16)
Con l’impareggiabile compagna d’avventure Bea

Link copiato