S.Anna di Valdieri – Rocca la Paur (Cascatone di)

S.Anna di Valdieri – Rocca la Paur (Cascatone di)
La gita
billcros
5 23/01/2016
Condizioni ghiaccio
buone
Tipo ghiaccio
duro

queste gite le chiamo 24h non stop, partiti alle 19 da sant’anna x il rif livio bianco in 2 h sotto una luna offuscata da delle velature , siamo su, nessuno in giro. apriamo il bivacco in ordine e GELIDAMENTE molto accogliente , un boccone di cena , 4 ciance e ci chiediamo se e meglio dormir fuori a – 1°o dentro nelle cuccette a -5°,comunque sia preferiamo i materassi e coperte in qualche modo siam riusciti a dormire!mattino colazione e partiti verso le 8 ed in 3 h siamo all’ attacco della cascata (premesso che la prima parte di sentiero e asciutta ma con tratti di ghiaccio da contornare , e dalla seconda abbiamo dovuto battere dalla caviglia in su fin anche 40 cm nella pietraia conoide infida di buchi x la neve polverosa,preciso che all’andata abbiamo proseguito un pezzo x il sentiero del’ matto fino all’altezza del fondo lago x poi scavalcare la costola rocciosa x accedervi (sconsigliato)(rientro invece abbiamo battuto traccia bordo lago sponda dx orografica decisamente più breve e logico SE GHIACCIATO!),, la salita della cascata si e risolta in due bei tironi luuunghi , più uno corto,(temp. 1°) e discesa in 2 doppie attrezzate a chiodi , ambiente spettacolare al cospetto del matto , merita in condizioni di meteo a 1000 e pericoli oggettivi al minimo,oggi in 3 a dividerci la fetta di GITA, saluti a dario e marco. rientrati al livio alle 17 , recuperato roba lasciata li,salutato 3 ragazzi che si preparavano per una notte come la nostra x gita l’indomani,e poi spediti veloci nel’imbrunire x le 19 di nuovo all’ auto.

Link copiato