Rocca di Perti Adriano – Michele

Rocca di Perti Adriano – Michele

Dettagli
Altitudine (m)
310
Dislivello avvicinamento (m)
100
Sviluppo arrampicata (m)
60
Esposizione
Ovest
Grado massimo
3
Difficoltà obbligatoria
3
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a3

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Seguire sterrata e sentiero per la Placca Piotti. La via è nel settore di roccia cattiva senza vie sportive fra i settori del Portale a sinistra e della Placca Piotti vera e propria a destra.
Descrizione

Via di artificiale, il secondo tiro sarebbe forse parzialmente possibile in libera ma l’unica protezione lasciata è un cordino attorno a un arbusto! Portare assortimento completo per vie di questo genere, in particolare chiodi a punta di varie misure e cliff anch’essi di più misure. Via non difficilissima ma tutta da attrezzare e con poche protezioni decenti, quindi piuttosto psico.
L1: attaccare per una evidente fessurina a sinistra della verticale del grande diedro. Seguire le tracce di chiodatura prima dritti poi un po’ a destra sino a sbucare all’inizio della placca superiore. Sosta su chiodi abbastanza buoni. A2/A3, le difficoltà maggiori sono dovute alla qualità della roccia zuccherosa, simile a quella bianca delle grandi vie di artif del Verdon.
L2: proseguire lungo buchetti con cliff dirigendosi prima verso l’arbusto con cordino, poi verso l’uscita della parete. Talvolta si può piazzare qualche protezione mobile non molto buona, in compenso i buchi da cliff sono ottimi e il tiro è poco faticoso.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima lunghezza salita da capocordata dal mitico Adriano Trombetta il 21 Dicembre 2001, via terminata con me capocordata sulla seconda lunghezza il 12 agosto 2002. Una delle vie dove ho visto la classe inimitabile del Trombetta, sempre capace di ridere e scherzare anche in posti più che seri...
michele-motta
12.08.2002
18 anni fa

Condizioni

Link copiato