Regondi Nino (Bivacco) da Glacier

Regondi Nino (Bivacco) da Glacier
La gita
lore84
5 31/05/2008
Accesso stradale
nonostante le piogge intense, non si rileva alcun problema

Fiduciosi nel fatto che la saccatura atlantica dopo aver scaricato 100 mm in valle si colmasse in fretta, partiamo alla volta del Bivacco regondi con l’intenzione di tentare il giorno seguente il Mont Gelé, neve permettendo.
La salita si è svolta sotto una pressoché costante pioggia che negli ultimi metri prima del bivacco si è trasformata in nevischio.
Dal primo lago ( ancora gelato!! ) in su praticamente tutta neve.
Il pomeriggio è trascorso uggioso, con timide occhiate di sole e rovesci di neve.

Alla sera un repentino rasserenamento fa ben sperare…peccato che di notte la temperatura non scende e si ammassino nuove nebbie sulle cime.
L’assenza del buon rigelo ci induce a rinunciare: si sprofonda costantemente oltre il ginocchio.
Al mattino un pallido sole ci accoglie..tempo di preparaci e scendere ed è già tutto coperto…raggiungiamo la macchina a Glacier sotto le prime gocce…

Bivacco comodo e accoglinete, ben munito di coperte, purtroppo completamente sprovvisto di materiale da cucina e taniche per l’acqua (che in assenza di neve va presa dal sottostante lago).

Il mont Gelé non si è concesso..sarà per la prossima volta!!
Esperienza sempre soddisfacente e profonda, in compagnia di Marta che sempre più convinta mi segue in queste avventure!!

Foto su: http://lorenzoramellapralungo.weebly.com/index.html

Alla prossima,

Lore84

Link copiato