Raty (Bec) Via del Quarantesimo

Raty (Bec) Via del Quarantesimo
La gita
marmotta
2 14/08/2016

Qualche buontempone ha asportato le placchette e martellato le viti di ancoraggio degli spit. Asportata anche la sosta dell’ottavo tiro della quale è rimasto un solo spit. Non sono presenti nemmeno gli spit superstiti e i chiodi a cui accenna la relazione precedente, a parte un vecchio ed inutile chiodo arrugginito in cima al primo salto. Tutta la via è inoltre caratterizzata da pietre instabili e più di qualche presa si muove. Provare prima di tirare. Noi siamo saliti sino all’ottavo tiro proteggendo la via con friends sino al 2 BD e qualche fetuccia. Da questo punto, vista la schiodatura diffusa e l’instabilità generale abbiamo deciso per le calate in doppia. In generale non le avrei consigliate, ma vista la situazione mi è sembrato il male minore. Alla fine ce lasciamo cavata con cinque calate di cui una da 60 metri e un tratto a piedi per evitare lo sperone più basso. Con un po’ di attenzione si possono scegliere linee di discesa buone.

Via che consiglierei a chi vuole allenarsi su itinerari particolari, quelli che tipicamente non effettua nessuno. Oggi sulla via un’altra cordata che ha rinunciato al terzo tiro. Io con Cristina, splendida amica e ottima compagna di avventure in questo mio pezzo di vita.

Link copiato