Pruset (Punta) – Viaggio Panoramico

Pruset (Punta) – Viaggio Panoramico

Dettagli
Altitudine (m)
2283
Dislivello avvicinamento (m)
400
Sviluppo arrampicata (m)
200
Esposizione
Nord-Ovest
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5c
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio
Hotel aquila alpina Ceresole reale

Avvicinamento
Dalla diga di Ceresole prendere il bel sentiero n.520(GTA,AVC) per il colle della crocetta, oltrepassare l'alpe gran giavana (2050)MT e appena il sentiero percorre la dorsale abbandonarlo verso sx in corrispondenza di un albero biforcuto con ometto (a breve metteremo cartello indicatore).
Da lì seguire le tracce e ometti sulla pietraia,dapprima a mezzacosta poi salendo verso l ormai evidente sperone più basso della cresta che scende dal pourset.
1h dall' auto se si parcheggia nei pressi della fontanella del girolago, 10 min in più se si parcheggia a Ceresole e si attraversa la diga.
Note
La via è di stampo alpinistico,attrezzata a spit nei punti più duri ma necessario integrare,serie di friend e nut e 8/9 rinvii,corda da 60 smezzata sufficiente anche per le eventuali doppie.
Consigliata la discesa dalla normale del pourset,proseguendo sulla cresta panoramica del pourset fino alla croce all' uscita della via.
Si può cambiarsi in macchina e salire leggeri con zainetto e scarpe da avvicinamento per completare l anello.
Data l esposizione in ombra nei primi tiri fin dopo le 12 ideale per le giornate calde e afose estive.
Descrizione
  • 1 tiro: 6a+(passo 6b o 5c A1)attacco su un diedrino fessurato (spit) al secondo spit spostamento a sx e poi prendere il bel fessurone fisico, ribaltamento delicato in sosta 25mt.
  • 2 tiro: 6a(variante diretta 6b) attaccare per il fessurini sopra la sosta, spostarsi a sx per spit e aggirare lo spigolo, poi ascendente a sx,uscita su cordone occhio ai massi instabili.
  • Per la variante diretta dalla prima cengetta proseguire dritti sulla fessura  strapiombante, da integrare poi due spit, usciti a sx come per la classica.25mt
  • 3 tiro: 5c dal massone di sosta prendere il vascone di fronte( spit) e verso il suo termine deviare a dx e con uscita boulderosa guadagnare la sosta.
  • 3tiro:6a (variante e.bonfanti) dal massone di sosta scalare lo spigolo delicato a sx del vascone,25 MT.
  • 4tiro: da qui la via si fa più alpinistica con scalata discontinua su difficoltà minori, ma vale la pena proseguire la cavalcata fino alla croce di vetta per il superbo panorama sul lago le levanne e l’intera valle.

Trasferimento di 80 MT circa per rocce rotte (facili,si cammina)puntando ai larici e allo sperone superiore.

Si incontra una traccia che sembra sentiero salirla qualche metro e in corrispondenza dello spigolo( ometto) aggirarlo e attaccare(spit) il diedrino con percorso non obbligato fino al cordone di sosta su masso 4c ,25 MT dallo spit.

  • 5 tiro: 4c dal cordone rimontare a dx sullo spigoletto (spit) proseguire su placca e con percorso non obbligato guadagnare la sosta ormai sulla cresta finale. 25mt

Da qui i conserva protetta (2 spit) nei punti più ostici, si può in breve raggiungere la croce di vetta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Aperta nell'estate 2020 da C. Paiola e M.Cecchin
Variante 3tiro E. Bonfanti.
Non abbiamo trovato segni di passaggi di scalatori,ma alberi tagliati nel trasferimento che sta ad indicare che in epoche passate dal ripido canalone a dx salivano a fare legna
Cartografia:
IGC parco nazionale Gran Paradiso
cecco81
06.09.2020
3 settimane fa
4 settimane fa
1 mese fa

Condizioni

Link copiato