Pradella (Monte)dalla Valle Sanguigno

Pradella (Monte)dalla Valle Sanguigno

Dettagli
Dislivello (m)
1700
Quota partenza (m)
970
Quota vetta/quota (m)
2625
Esposizione
Sud-Est
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Altro

Località di partenza Punti d'appoggio
nessuno

Note
Gita isolata,di notevole sviluppo orografico che necessita di un'accurata preparazione sul giusto periodo, raggiunge una delle cime piu'inacessibili delle Orobie: il primo terzo si svolge accidentato percorso nel bosco, il secondo lungo falsopiano centrale, poi ampi pendii selvaggi e grandioso panorama finale in cima, la cui breve cresta va percorsa con attenzione. Richiede neve assestata alle quote mediobasse.
Descrizione

Si parcheggia in piccolo spazio alla Centrale di Aviasco; sorpassato il ponticello antistante si prende a salire ripidamente verso sx il sentiero che in pochi minuti porta a una bella Baita in terreno aperto, poco sopra si incontra la mulattiera che superando pendii ripidi e accidentati porta sopra le cascatelle del Torrente della ValleSanguigno e arriva nei pressi della Baita Gianpace che si lascia a sx; Qui la Valle si apre e comincia la vera gita sciistica.
Si percorre il fondo valle talvolta superando resti di slavine provenienti da dx e passata la Baita Vecchia 1470m. si continua aggirando le valangose pendici SudOvest del Monte Crapel, alle Baite Bindagola 1700m. si rimonta a dx il piano inclinato e si entra nella parte alta dominata dal Pizzo Salina; lasciato a sx il canale che sale verso Baita Presponte (alternativa di salita) si rimonta in direzione Nord stando lontani dal ripido versante Ovest del Crapel e per successivi dossi dei Laghetti Alti 2250m sempre meno ripidi si giunge a dx sopra Lago Gelato in vista della cima che appare dritta a Nord. Secondo le condizioni della neve si arriva in sci con ripida salita 30mt sotto la vetta che con percorso delicato si percorre a piedi.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
fabiogi
21/03/2009
12 anni fa
Link copiato