Polluce Cresta SO

Polluce Cresta SO
La gita
il_sam88
3 19/06/2022
Accesso stradale
Da Frachey

Saliti con la jeep fino a pian di verra e poi pernottato al guide d’Ayas. Partenza alle 4 (consiglio di partire presto, non sono piu le temperature e i ghiacciai di 10 anni fa), rigelo sufficiente grazie al cielo sereno e al leggero venticello ma non per le temperature, che sono alte.
Ghiacciaio già decisamente crepacciato, con un paio di ponti da dover attraversare. Solo due cordate davanti a noi, volevamo vedere di salire dal canalino ma in condizioni oscene, e scaricava mitragliate di sassi. Dirottati dunque sugli sfasciumi della cresta, dove ci vuole occhio a trovare la traccia (seguire i segni delle ramponate su ghiaccio, perché ometti non se ne trovano). Non difficile ma NON BANALE, considerate comunque che se non avete ottimo occhio i passaggi di III sono possibili, per cui nel caso valutare di togliere i ramponi per facilitare la salita (tanto la cresta è asciutta). Passaggio con le catene facile ma valgono le stesse considerazioni di sopra, magari se non avete mai arrampicato consiglio di provare qualche altro 4000, al posto di questo che è corto ma tecnico. Discesa un delirio, con le cordate che salivano, le guide alpine che ti passano anche dietro alle orecchie pur di scendere 10 minuti prima con i loro clienti, gente in coda che butta giu di tutto ecc. Le doppie ok fatele ma in ogni caso fino a dove ci sono le catene, da quel punto dovete di nuovo scendere da dove siete saliti (non era chiarissimo, da qualche relazione sembrava che ci si arrivasse ben piu sotto).
In ogni caso, EVITATE I WEEKEND.

questo itinerario è una baraonda, credo che bisognerebbe valutare di creare una linea di discesa diversa da quella di salita. Basterebbe allestire qualche sosta per calata in doppia. é un delirio pensare di salire e scendere tutti dallo stesso collo di bottiglia.

Link copiato