Placche Zebrate Via teresa

Placche Zebrate Via teresa

Dettagli
Altitudine (m)
250
Dislivello avvicinamento (m)
25
Sviluppo arrampicata (m)
440
Esposizione
Est
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio
bar placche zebrate

Note
Via unta sopratutto nei passaggi duri, ma molto molto meno che Rita: nonostante Rita riporti anche lei un 5c (non reale, mi pare piu facile) questa via è ben piu dura e continua (non singoli passaggi, ma quasi tiri interi) e anche il 4a dichiarato mi pare stretto.
Occhio ai sassi che si smuovono all uscita e nel rientro.
Avvicinamento
come per altre vie della parete, tipo Rita, dal parcheggio si punta alla parete
Descrizione

L1: salire un metro e successivamente piegare a destra in direzione dell’asterisco rosso. Roccia molto unta (3c). 45 Mt.
L2: dalla sosta salire in verticale per piccoli gradini e poi superare con decisione la unta e verticale paretina. All’uscita piegare a destra fino a raggiungere la sosta (4a). 30 Mt.
L3: proseguire verticalmente per diedro e poi piegare a destra (4a). 35 Mt.
L4: spostarsi leggermente a destra e affrontare la parete verticale. Al termine della stessa piegare a sinistra fino alla sosta. Durante questo tiro potreste avere dei ripensamenti sul proseguimento della salita per via dell’unto (4b). 45 Mt.
L5: salire verso sinistra per roccette, piegare a destra su placca fino a raggiungere una piccola terrazza dove è situata la sosta (3c). 45 Mt.
L6: salire verticalmente per facili roccette fino alla sosta (3c). 20 Mt.
L7: dalla sosta salire per qualche metro e poi piegare a destra (roccia unta). Attraversare a destra per 2 metri su di un comodo terrazzino fino ad arrivare ad una placca. Salirla fino al suo termine. Poco a sinistra vi è la sosta (4a). 45 Mt.
L8: salire pochi metri spostandosi a sinistra in corrispondenza di una placconata. Salire la placca che da semplice (3c) cresce di difficoltà (4a) fino a giungere in sosta. 35 Mt.
L9: proseguire ancora per placca (4a). Oltrepassare un leggero strapiombo (5c) e poi piegare su comodo terrazzo a destra fino alla sosta posta all’inizio del camino. 35 Mt.
L10: entrare nello stretto camino e risalirlo fino al suo termine (5c) cercando di non pungervi con le rose e a non scivolare sull’unto. Lungo tutto il tiro avrete l’impressione di arrampicare sul sapone. 45 Mt.
L11: altro tiro impegnativo. Proseguire per rocce semplici (4a) fino ad una placca (5c). La via piega leggermente a destra in prossimità di un terrazzino dove è situata la sosta. 35 Mt.
L12: entrare nel camino che piega a destra fino ad incontrare la sosta (4c). 30 Mt.
L13: proseguire per il diedro/camino che un tempo aveva buoni appoggi per i piedi ma che ora sono unti, fino ad arrivare alla sosta (5a). 35 Mt.
L14: salire pochi metri e poi traversare a sinistra su terrazzo fino alla comoda sosta (4a). 25 Mt.
L15: salire la placca (4a) e al termine della stessa piegare a sinistra e traversare per comodo terrazzo fino alla sosta (3a). 35 Mt.
L16: salire verticalmente la placca piegando leggermente a sinistra fino alla sosta da attrezzare su di un albero (4a). 30 Mt.

Discesa
Scendere a sinistra lungo la cengia fino ad un’area cintata (sorgente), poi giù a tornanti sul ghiaione fino alla base della parete ed in breve al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
www.versantesud.it/shop/arco-pareti/
Link:
http://sassbaloss.com/pagine/uscite/arco5/arco5.htm
pelle2005
03/04/2016
6 anni fa
Link copiato