Placche di Payer

Placche di Payer

Dettagli
Altitudine (m)
100
Esposizione
Sud-Ovest
Grado minimo
dal 5
Grado massimo
al 7a

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Falesia caratterizzata da placche verticali di calcare con pochi strapiombi e roccia molto tagliente (max 10-12 m).
Scoperta e attrezzata da Giorgio Trova, è attrezzata a fittoni e resina.
Negli ultimi anni il numero degli itinerari è quasi raddoppiato, anche grazie all'opera dell'algherese Massimo Siffu.
Le vie sono corte e non particolarmente semplici da interpretare (almeno per chì non è abituato a questo tipo di roccia).
(difficoltà dal 5a al 7a)
Descrizione

Avvicinamento.
Provenendo da Alghero si oltrepassa Fertilia e si raggiunge, dopo pochi chilometri, uno scavo archeologico con i resti un un “nuraghe” (sulla destra), si prosegue ancora per poche decine di metri fino a trovare, sempre sulla destra, una stradina sterrata (ATTENZIONE: sull’altro lato della strada c’è un cartello con l’indicazione della falesia!); si imbocca la stradina e la si segue fino al bivio in cima alla salita, di qui si va a sinistra e si segue la strada a mezzacosta fino ad un tornantino in ombra, dove si può parcheggiare (1100 m dall’asfalto). Dallo spiazzo si imbocca un sentierino (qualche segno bianco-rosso) che prosegue verso nord-est e che raggiunge le prime vie della parete (numeri bassi nella foto).
Elenco delle vie nella foto allegata.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
thebrd
28.12.2007
13 anni fa

Condizioni

Link copiato