Pianarella (Bric) Catarifrangente

Pianarella (Bric) Catarifrangente

Dettagli
Altitudine (m)
200
Dislivello avvicinamento (m)
100
Sviluppo arrampicata (m)
200
Esposizione
Ovest
Grado massimo
6c+
Difficoltà obbligatoria
6b

Località di partenza Punti d'appoggio
Finalborgo, Orco, Feglino

Note
Fisica la parte alta dove strapiomba molto, qualche tiro meraviglioso come quello del famoso traverso dove è presente anche la chiodatura originale (compreso il caratteristico tappo da lavandino !).
Bella famosa e anche giustamente temuta, e se salita in libera tosta.
Prima salita: G. Calcagno & soci 1977
Descrizione

Attaccare il primo tiro della Vaccari alla fine del diedro andare a sinistra (5b) .
Secondo e terzo tiro. diedro interrotto da vegetazione (5b), sosta sulla cengia della grande erosione.
Quarto tiro: Sale il pilastro in stapiombo con uscita in placca (6b) saosta alla base della stupenda placca bianca.
Quinto tiro. Con traversata ascendente verso destra si scala la placca su crestine meravigliose, non difficile molto esposto (5c). Impossibile non pensare come sia passato Calcagno con gli scarponi di cuoio. sosta alla base di un diedro.
Sesto tiro: Si traversa ancora a destra sino a superare lo spigolo su maniglioni (5c, tappo da lavandino in posto) per placca si arriva alla base della parete ora stapiomabante.
Settimo tiro: Placca strapiombante a buchi (6c).
Ottavo tiro: Strapiombo (6c).
Nono tiro: Salire sino alla base del diedro obliquo, molto duro (6c+), dopo il diedro si abbatte e con facile arrampicata porta in vetta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
y2k
marpellino
10.10.2020
1 settimana fa
1 anno fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
12 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
16 anni fa
23 anni fa
Link copiato