Peraciaval Nord (Punta di) dall’Alpe Barnas per il Rifugio Cibrario

Peraciaval Nord (Punta di) dall’Alpe Barnas per il Rifugio Cibrario
La gita
rfausone
4 01.08.2020
Accesso stradale
Senza problemi dal Vallone di Arnas.

Percorso senza problemi.
I piccoli nevai rimanenti sono poco pendenti e non creano difficoltà di sorta.
Sono comunque quasi certamente tutti aggirabili.

Oggi Simone Olivetti prova il suo record sulla Croce Rossa accompagnato da amici. Non sapendo bene cosa fare, decido di salire questa cima incamerando un bel dislivello (alla fine saranno più di 1800D+!) e riuscendo a vedere il suo passaggio.
Parto poco dopo le 6.30 e ci sono già folate di aria calda e penso a lui con i suoi amici che partiranno verso le 8 e dovranno percorrere quelle dannate drose per lungo tempo ad una quota di 2000 metri circa. Salgo bene ma non benissimo, poi inizio a controllare continuamente se arrivano anche perché non vorrei perdermeli. Mi piacerebbe almeno arrivare al Cibrario e così sarà!
Infatti poco oltre il Cibrario decido di fermarmi e dopo pochi attimi un breve incrocio con relativo video, prima di proseguire nuovamente. Al Rifugio chiesi se avevano idea di come salire la Punta Barale e mi dissero che finchè c’era il ghiacciaio forse si riusciva adesso adesso era un vero casino e non aveva notizie. Dopo l’incontro con Simone ho come un piccolo vuoto relativamente a ciò che voglio fare, insomma perdo motivazione ed allora decido di provare ad andare a vedere in direzione della Barale. Arrivato ai rimasugli di ghiacciaio capisco che oggi non sarà ovviamente possibile ed allora rientro sulla traccia per arrivare in cima all’obiettivo che mi posi da casa. Dalla mia cima vedo Simone ed amici in cima alla Croce Rossa e poi li incontrerò nuovamente al Colle Valletta dove mi ero fermato a mangiare qualcosa. Vedo con stupore che in questa parte decisamente con percorso più ostico, riesco a stare dietro al gruppetto, anzi! Quando si fermano un attimo, li distacco e non mi raggiungeranno più! Brevissima sosta al Rifugio per allacciare bene le scarpe per la discesa e mi raggiunge l’amico al quale da qui in poi non riuscirò più a stare dietro (ovviamente qui corrono!). Nella zona del bivio con Margone mi raggiunge proprio Simone e da quel momento in poi ci incroceremo ancora un paio di volte ed infine alla macchina.
Insomma il tutto mi ha soddisfatto!
Arrivato a casa scopro che anche Giulia era da queste parti (Lera).

Link copiato