Oramara (Monte) da Ertola

Oramara (Monte) da Ertola

Dettagli
Dislivello (m)
850
Quota partenza (m)
750
Quota vetta/quota (m)
1522
Esposizione
Sud
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
triangoli gialli

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Foppiano

Avvicinamento
Dal paese di Rezzoaglio in val d'Aveto si gira di fronte alla chiesa verso Ertola, dove si lascia l'auto
Note
Bell'itinerario da fare tutto l'anno ad esclusione dei mesi più caldi (luglio ed agosto)
E' anche possibile sfruttare un percorso ad anello rimontando il Monte Montarlone (1500m) e rientrare ad Ertola attraverso il Passo di Ertola (1287m)
Descrizione

Dalla strada dove si lascia l’auto e che collega Rezzoaglio ad Ertola (750m) si imbocca una ripida rampa che conduce nella piccola frazione (triangoli gialli e rombo giallo). Si percorre la bella mulattiera fino alla Cappella della Madonna del Prato (942m), poco oltre si stacca sulla dx il sentiero per Lovari (1044m) cui si giunge dopo aver attraversato un bel bosco misto di faggi e castagni. Giunti a Lovari si imbocca a monte la prosecuzione del sentiero che passa subito vicino ad una chiesa per poi divenire subito un sentiero che rimonta alcuni assolati pendii fino ad incrociare la traccia proveniente dal Passo di Vallersone. Dopo poco si raggiunge il rifugio Foppiano e l’area pic-nic. Si prosegue lungo la strada forestale fino al successivo, poco accennato, valico ai piedi della cima del Monte Oramara. In breve si giunge quindi sulla vetta (croce, 1522m).
Il ritorno avviene per lo stesso it.
Per effettuare l’anello poco oltre il rifugio Foppiano prendere a dx la traccia che aggira il Montarlone sul versante nord per abbandonarla poco dopo e rimontare la ripida dorsale NE (qualche roccetta, poi ripido bosco). Giunti sulla vetta del Montarlone si cala per il sentiero normale fino al Passo di Vallersone, poi in piano fino al Passo di Ertola e da li a sx si scende lungamente fino a ricongiungersi poco prima della Madonna del Prato con il sentiero di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC - Valli trebbia ed Aveto
Bibliografia:
---
matte978
12.10.2019
1 anno fa
Link copiato