Nero (Bric) e Monte Savinoda Roburent

Nero (Bric) e Monte Savinoda Roburent

Dettagli
Dislivello (m)
400
Quota partenza (m)
790
Quota vetta/quota (m)
1089
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Str.forestale e vecchia mulattiera, poche tacche sugli alberi

Località di partenza Punti d'appoggio
Roburent, Serra Pamparato

Avvicinamento
Da Mondovi superare il santuario di Vicoforte e dopo 1 km svoltare verso Torre Mondovi. Superato questo paese continuare verso Roburent e attraversarlo completamente fino ad una grande svolta a destra della Provinciale, dove si può parcheggiare comodamente.
Descrizione

L’itinerario comincia proprio al centro della svolta a destra della strada. Si va diriti su una stradina che diventa presto forestale (palina cappella di s.Bernardo).
Si sale quasi al dritto senza svolte fino alla cappella (in decadimento) e si continua nella stessa direzione sulla stradina che poco a poco diventa una vecchia mulattiera, si trascura una deviazione a destra e dopo breve si sbuca sulla strada panoramica, stretta ma asfaltata, che collega Serra Pamparato a Torre Mondovì (naturalmente fin qua si può arrivare in auto, ma non ha senso la gita…).
La strada va seguita verso sinistra arrivando in breve ad una conca erbosa sulla sinistra che va attraversata e infine con circa 80 m. di dislivello si raggiunge la cima del Bric Nero m. 1078, radi cespugli permettono una buona visuale.
Tornati alla strada panoramica si prosegue fino ad un grosso pilone nei pressi delle case Cattini.
Oltre il pilone, circa 100 m., si può salire verso destra nel castagneto alla cima del m. Savino m. 1089, vetta con meno visuale del bric Nero per vegetazione invadente.
Ritorno per la stessa via.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50000 N.15
klaus58
02/12/2018
2 anni fa
Link copiato