Nebin (Monte) da Sodani per il Colle di Sampeyre

Nebin (Monte) da Sodani per il Colle di Sampeyre
La gita
luciano66
5 07/02/2013
Accesso stradale
Strada pulita fino a Sodani.
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo non portante
Quota neve m
1200

Magnifica gita di ripiego,per modo di dire;ho vagato per un po’ tra Casteldelfino e Chianale,dove il tempo era brutto,per poi fortunatamente decidere di ritornare in zona Sampeyre.
Partenza infine alle 08.20 da Sodani,prima parte sulla pista in ghiaccio vivo con i cannoni in azione(al ritorno ci sara’ poi un po’ di farinella artificiale,molto gradita),poi diventa un po’ piu’ croccante verso la fine degli impianti.
Da Meire Garneri(1810) provo a scurciare al dritto,ma la neve e’ in crosta non portante anche sulle tracce e spesso si buca;quindi,appena possibile,ritorno sul fondo piu’ battuto della strada per il colle che seguo fino alla fine,con un po’ di apprensione nell’ultimo tratto sotto i
pendii della dorsale piuttosto carichi,e’ senz’altro piu’ rassicurante passare nel piano sottostante e si fa anche meno strada.
Al Colle di Sampeyre alle 10.30 e in vetta alle 11.15,lungo la facile ma lunga dorsale,con vari saliscendi,e sferzato da un vento non forte,ma gelido.
Sorprendentemente calma di vento alla croce del Nebin e quindi una piacevole sosta di mezzora,con le nebbie che rimangono verso il confine.
Decido di fare l’anello e quindi proseguo sulla cresta verso il Cugulet,ora piu’ difficile,ma sempre con le racchette(ramponi al seguito),fino alla Bassa di Rasis.
Dalla bassa scendo con molta attenzione dal pendio diretto,inizialmente piuttosto ripido e con molta neve,che scende nel valloncello del Rio S.Anna,al cui fondo mi ricollego all’itinerario per il Cugulet.
Arrivo alle Meire Garneri alle 12.45,in perfetto orario per un’ottimo pranzo nella magnifica baita omonima(un saluto ai gestori).
Nel frattempo il cielo si e’ ripulito completamente e dopo una lunga pausa arrivo alla macchina alle 15.00.

Link copiato