Murelli Cosimo (Rifugio) da Monte di Lenno, anello per il Rifugio Bugone

Murelli Cosimo (Rifugio) da Monte di Lenno, anello per il Rifugio Bugone

Dettagli
Dislivello (m)
715
Quota partenza (m)
610
Quota vetta/quota (m)
1194
Esposizione
Sud-Est
Tipo di percorso
Salita e discesa
Periodo
Tutto l'anno

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Bugone e Murelli

Avvicinamento
Il percorso parte dopo aver lasciato l'auto sulla strada per il Monte Bisbino. Purtroppo non ci sono molti posti dove parcheggiare, al massimo 4-5 posti. Ci sono molte catene e vari divieti di sosta.
Note
Percorso ad anello con uno sviluppo di circa 12km e 700D+. Nei mesi invernali consiglio di portarsi ramponcini e piccole ghette in modo tale da procedere con sicurezza in alcuni rari tratti del sentiero che possono essere ghiacciati.
Descrizione

Giunti al punto di partenza del percorso (N45° 51.756′ E9° 05.399′) imboccare il sentiero in salita a sinistra che porta, dopo circa 2,5km, al Rifugio Bugone. Il dislivello del percorso è tutto qui: si procede su mulattiera e il terreno si presta alla corsa, anche se abbastanza impegnativa, nella foresta.
Il Rifugio Bugone è sempre aperto (così cita il cartello posto all’arrivo).
Procedere poi alla sinistra del Rifugio seguendo le indicazioni per Rifugio Morelli.
Da questo punto in poi il sentiero è quasi pianeggiante e invita alla corsa. Si arriva poi alla Colma del Crinco (nessun cartello) dove si procedere mantenendosi sul sentiero fino al Rifugio (circa 5km). Bellissimo punto paesaggistico.
Dal Rifugio Morelli si torna indietro per lo stesso percorso tornando alla Colma del Crinco e imboccando il sentiero a sinistra in discesa (non indicato, ma chiaro).
Da qui ripida discesa abbastanza tecnica in invernale per la presenza di molte foglie che coprono pietre e lastricato. Si incontrano poi alcuni gruppi di case, rispettivamente in ordine Monte di Urio di sotto, Monte di Urio di sopra e Monte di Liscione.
Poco dopo l’ultimo gruppo di case attenzione al sentiero: il sentiero dopo località Monte di Liscione scende, ma bisogna invece tenersi sulla destra dove si trova subito la segnaletica molto chiara da seguite, con il sentiero che si tiene alto.

Poco dopo si sbuca al punto di partenza del percorso, facendo attenzione ad alcuni passaggi del sentiero in ombra che possono essere ghiacciati in inverno.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Alta Via Lariana
alemodena
29.01.2017

Condizioni

Link copiato