Muni (Frazione) da Condove, giro

Muni (Frazione) da Condove, giro
La gita
lucabelloni
5 29/12/2012
Equipaggiamento
Front-suspended

Partiti da Villardora e percorsi fino a Condove gli sterrati che corrono a fianco dell’autostrada e della Dora, poi seguito fedelmente il percorso descritto fino a Camporossetto, da dove abbiamo seguito un altro sentiero per la discesa. In pratica, 50 metri prima della chiesetta si svolta a destra e si segue l’evidente sentiero che porta a Bonaudi, ben segnalato da cartelli di legno e tacche bianche e rosse. Raggiunta la frazione di Bonaudi, alle prime case svoltare a destra seguendo sempre le tacche bianche e rosse e in breve si arriva a Mocchie, uscendo sulla strada proprio di fianco alla chiesa. Si scende per 200 metri su asfalto fino alla vecchia scuola; prima dell’edificio svoltare a destra (paletto di legno con segno bianco e rosso) e prendere la mulattiera che attraversa varie volte la strada e termina praticamente in paese a Condove. La discesa è bellissima e praticamente tutta ciclabile, ad eccezione di un paio di brevissimi tratti di poche decine di metri nella parte alta che sono molto sconnessi e che noi abbiamo fatto a piedi. Segnalo anche alcuni alberi che ostruiscono il sentiero e che costringono a scendere di sella. E’ sempre presente nel tratto di discesa sopra Muni il famigerato tubo dell’acqua…anche stavolta chi ha provato a farlo in sella ha rischiato un bel volo…consiglio quindi mooolto vivamente di superarlo a piedi.
Da Condove siamo quindi tornati a Villardora per sterrati, con una breve ma interessante deviazione al Castello del Conte Verde. Si sale da una sterrata che parte nei pressi della cava di Caprie e si può scendere con una bella mulattiera…sono poche centinaia di metri in tutto ma se avete 10 minuti la consiglio. In totale circa 32 Km…giornata bellissima con sensibile inversione termica, temperatura comunque ideale per pedalare sui versanti Sud.

Link copiato