Mummia (la) – Belfagor

Mummia (la) – Belfagor
La gita
mccandless
3 24/06/2020

Purtroppo non mi è piaciuta molto, vuoi per la roccia friabile del 2° tiro (sgretolamento di un appoggio sul traverso e roccia precaria un po’ ovunque), vuoi per i numerosi azzeramenti necessari a chi, come il sottoscritto, non può far altro che mungere il boulder iniziale di L1 e gran parte della L3.
Sulla L2 è necessario fare molta attenzione a cosa si tocca: grazie alla leggera modifica apportata al tracciato originale si evitano le lame più pericolose, ma le prese/appoggi della nuova linea restano piuttosto friabili e vanno comunque utilizzati per raggiungere il cordone salvifico situato a fine diedro.

Nonostante le “critiche” (che vogliono semplicemente cercare di dare un ulteriore punto di vista ai ripetitori, ma non riguardano in alcun modo il gran lavoro di restauro che è stato fatto), un ringraziamento è d’obbligo ai fratelli Enrico. E tanta ammirazione va ai primi salitori: il passaggio da uno spit verde all’altro sulla L3 deve essere stato un gran bel viaggio, in qualsiasi modo siano riusciti a passare!

Link copiato