Morion (Mont) da Lignan, giro per Col du Salvè

Morion (Mont) da Lignan, giro per Col du Salvè
La gita
lucabelloni
5 18/07/2020
Equipaggiamento
Full-suspended
Traccia GPX
Tour Mont Morion con discesa sentieri 11 e 11B

In salita abbiamo seguito il percorso descritto da mike52 con l’unica differenza che noi siamo partiti da Lignan e scesi su asfalto fino al bivio. E’ vero che si allunga parecchio rispetto all’itinerario inserito nella descrizione della gita, ma a mio avviso ne vale la pena perché il vallone in cui si sale è veramente bello e suggestivo e la salita non è mai così impegnativa; ci sono solo alcuni strappi duri qua e là, sennò è sempre molto tranquilla. Noi abbiamo poi anche raggiunto il rifugio Magià facendo andata e ritorno sulla sterrata (si allunga di ulteriori 5 Km A/R e circa 50 m di dislivello). Dopo il lungo falso piano che porta a Porliod si affronta la parte più dura della salita; ci sono degli strappi abbastanza impegnativi subito, poi dopo qualche tratto dove si può respirare un po’ gli ultimi 2-3 Km sono decisamente duri, con diverse rampe con pendenze ben oltre il 12-13%, comunque si fa tutto in sella. Il portage per il Col du Salvè è veramente breve e mai scomodo visto che il sentiero corre nei prati; volendo qua e là si riesce a pedalare un po’, comunque non sono più di 10-15 minuti a piedi. Arrivati al colle essendo un po’ tardi abbiamo rinunciato a salire in cima al Mont Morion e abbiamo iniziato la discesa; i primi 100-150 metri sotto il colle sono piuttosto impegnativi sia per la pendenza che per il fondo a tratti scavato, e quindi qualche passaggio l’abbiamo fatto a piedi (in totale non più di 5-6 minuti), poi diventa facile e scorrevole e interamente ciclabile. Dall’alpe Tsa Fontaney, visto che l’idea di farci 600 metri di discesa su sterrata non ci allettava per niente, studiando la cartina ci siamo inventati una discesa alternativa, che si è rivelata spettacolare! Dall’alpeggio si prende il sentiero 11; l’attacco è un po’ da cercare perché non ci sono cartelli, ma parte proprio dall’alpeggio sulla destra della strada sterrata. Dopo qualche centinaio di metri si arriva ad un bivio e si gira a sinistra sul sentiero 11B, che dopo aver attraversato un paio di volte la sterrata, termina nei pressi di L’Arset Damon, sulla strada percorsa in salita. Si tratta di un sentiero bellissimo e ciclabile pressochè al 100%, che corre prima tra i prati (ad oggi una distesa di fiori di ogni genere e colore!!!) e poi nel bosco; è abbastanza facile e scorrevole, con solo un paio di punti in cui fare attenzione, ma si tratta di passaggi singoli di 5-10 metri, per il resto puro divertimento!!! Alla fine del sentiero si percorre l’asfalto per qualche centinaio di metri dopo l’area pic-nic facendo attenzione a scorgere sulla sinistra un bel sentiero sempre facile e ciclabile che taglia numerosi tornanti della strada e termina a circa 1 Km da Lignan, minimizzando così la discesa su sterrato e asfalto.
Così facendo, con la digressione al Rifugio Magià, sono circa 34 Km e 1.300 m di dislivello; con senno di poi, forse meglio rinunciare alla deviazione al rifugio e salire in cima al Mont Morion. Giro in ambiente veramente splendido, con una discesa spettacolare in un tripudio di colori.
Giornata inizialmente un po’ nuvolosa, poi man mano si è aperto e al pomeriggio era completamente sereno. Parecchia gente verso il rifugio, nel resto del giro abbiamo incontrato solo qualche escursionista.
Inserita traccia GPS.

PS: volendo ulteriormente ridurre la discesa su asfalto, da Lignan si può prendere il sentiero 4 che evita la discesa su asfalto ad inizio giro e termina sulla strada a valle di Issologne, da dove si risale poi fino al tornante dove si trova il bivio per Praz (a occhio il dislivello aumenta di circa 70-80 metri). Noi non l’abbiamo fatto, ma a vederlo sembra fattibile.

Link copiato