Monch Via Normale dallo Jungfraujoch

Monch Via Normale dallo Jungfraujoch
La gita
mikyrosso
5 03/08/2015

Saliti allo Jungfraujoch con il trenino da Grindelwald (circa 180 euro per andata e ritorno a testa). Da lì in circa 45min si raggiunge il rifugio Mönchsjochhütte (la neve attualmente al pomeriggio è parecchio molla, ma si tratta comunque di un avvicinamento super plaisir). Al rifugio si mangia bene (minestra+spezzatino con verdure/riso + dolce) ma se riuscite portatevi l’acqua: non è inclusa e una bottiglia da 1,5 litri costa circa 12 euro! La colazione segue due turni: 3-3.30 e 6-7 (consigliabile nel caso del Monch).
Come tempistiche noi, procedendo a passo medio-lento, abbiamo impiegato circa 3 ore e mezzo per la salita e 3 per la discesa.
La prima parte di salita si svolge su una cresta rocciosa che si può attaccare da due punti diversi: se seguite la traccia che arriva dalla grande bandiera svizzera è leggermente più facile. Una volta raggiunto il pluviometro è nuovamente possibile seguire almeno un paio di varianti: se state a sinistra si sale sostanzialmente camminando, se rimanete centrali sul filo della cresta ovviamente c’è qualche passaggio leggermente più esposto. Dopo lo sperone roccioso iniziale, si giunge a una breve cresta nevosa, cui segue un’altro tratto di facili roccette, dunque un’altra sezione nevosa, un tratto corto roccioso e infine ci si trova sulla cresta (larga un po’ più di due piedi uniti e con un’ampia cornice sulla destra) che conduce alla vetta.
La vista è favolosa, in particolar modo sul vicinissimo Eiger, sui Fiescherhorn, sulla Jungfrau, e sul lontano Aletschhorn.
Bellissima giornata con papà…

Link copiato