Meja (Rocca la) Ribelli

Meja (Rocca la) Ribelli
La gita
liviell
14/11/2015

Abbiamo ripetuto la via e sul primo tiro abbiamo aggiunto un buon chiodo circa a metà. E’ il primo che si incontra, ma fino a li si protegge egregiamente in fessure sulla dx.
Dal nuovo chiodo fino in sosta sono rimasti due chiodi originali della prima salita. Non sono a bomba, ma non c’è stata possibilità di rimetterli meglio o di piantarne altri. Meglio andare via veloci senza pensieri.
In ogni caso si scarica bene sui piedi essendo in un diedro.
Siamo molto dispiaciuti per l’incidente che è accaduto quest’estate, ma bisogna anche mettere in conto che i chiodi risentono maggiormente degli sbalzi termici e di eventuali piccoli spostamenti della roccia. Il martello andrebbe sempre portato e una verifica del buono stato delle protezioni andrebbe sempre fatta. Quando li avevamo piantati ci sembravano buoni. Per la lunghezza non so cosa dire. In apertura abbiamo piantato quelli perchè quelli siamo riusciti a piantare.
Per il resto non abbiamo cambiato nulla. I cordoni alle soste sono buoni. L’unica cosa, all’ultima sosta, i due maillon di calata accoppiati potrebbero essere sostituiti con uno più grande, ma bisogna svitare quelli esistenti con una chiave…che non avevamo.
Cacchio i due tiri nel diedro sono sempre da paura!!

Super giornata di sole tiepido con i soci Ivo e Elibox!

Link copiato