Meano (Denti di) Michelin Battù

Meano (Denti di) Michelin Battù
La gita
sky
4 12/11/2011

Cercherò di chiarire per gli altri un po di dubbi che avevo riguardo questa via..
Innanzitutto la spittatura è ovviamente alla michelin, quindi un po lunga, ma dove serve uno spit (o qualcosa di alternativo come una pianta o un cordone in clessidra) si trova sempre..
La roccia è molto buona e ha un ottima aderenza,i tiri sono abbastanza corti, sui 20 metri, quindi si puo scendere in doppia anche con una corda singola senza problemi.
Noi abbiamo optato per la discesa sulla crestina N per concatenare con la via delle placche rosse.
Qui mi dilungo un attimo per far chiarezza: Dalla croce (noi ci siamo legati di conserva)ci si sposta sul versante opposto seguendo la cresta (si trova qualche albero per piazzare protezioni intermedie) e si scende alla base del dentino secondario, che si risale. In cima a questo si trova un ancoraggio formato da uno spit e un cespuglio (!) collegati da un cordone con anello. Da qui vi consiglio di fidarvi dell’ancoraggio e fare una doppia da 10 metri. Da qui con traccia di sentiero si torna a valle.

A meno che vogliate concatenare con la via delle placche rosse o esercitarvi con la progressione semi-alpinistica vi consiglio le doppie sulla via.

Comunque a me è piaciuta molto, una bella via di sapore gia montano e poco falesistico! Bravo Michelin!

Link copiato