Marinelli – Bombardieri (Rifugio) dalla Diga di Campo Moro

Marinelli – Bombardieri (Rifugio) dalla Diga di Campo Moro

Dettagli
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1934
Quota vetta/quota (m)
2813
Esposizione
Sud
Difficoltà sciistica
BSA
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Marinelli

Note
Il Rifugio è di proprietà del CAI di Sondrio ed è gestito dal Sig. Gianatti Rico che è coadiuvato dalla moglie, dalla figlia Federica e di tanto in tanto dalla Paga.
Dal rifugio si possono percorrere diversi itinerari scialpinistici su ghiacciaio tra i quali il P.zo Bernina e i Palù raggiungibili anche dal versante svizzero.


Descrizione

Si lascia l’auto in prossimità della diga di Campo Moro che si raggiunge percorrendo la strada che sale da Sondrio – Lanzada – C.po Franscia. Si attraversa il muro della diga e si scende a prendere il sentiero che porta al rifugio. Se è presente molta neve è preferibile salire dall’Alpe Musella.
Superato questo ripido pendio con gli sci in spalla si continua quasi in piano e poi andando su per dossi si giunge al Rifugio Carate (2636 Mt.).
Valicata la bocchetta delle Forbici si prosegue per un traverso in leggera discesa e dopo aver oltrepassato uno sperone roccioso (attenzione) si giunge poco sotto il rifugio che si raggiunge dirigendosi in piano in direzione est e poi salendo lungo il pendio in direzione ovest.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
KOMPASS - Bernina Sondrio
gulliver
09.04.2007
13 anni fa

Condizioni

Link copiato