Manzol (Col) da Villar Pellice, giro dei Tre Rifugi Barbara Lowrie, Granero, Jervis

Manzol (Col) da Villar Pellice, giro dei Tre Rifugi Barbara Lowrie, Granero, Jervis
La gita
rista
4 27.07.2020
Accesso stradale
strada asfaltata fino al rif. Barbara, da giugno se si sale in macchina è a pedaggio ( 3 euro)...
Equipaggiamento
Front-suspended

gita da effettuare con tempo bello e sereno, guardando attentamente le previsioni da casa prima di partire, perchè già solo una pioggerella compromette la sicurezza del fondo ( pietre e brecciolino) per la stabilità delle ruote;
la salita al rif. Barbara è ciclabile ma và impostata senza fare “fuori giri” che poi si pagano dopo;
dal rif. Barbara è praticamente tutto portage fino al col Manzol salvo brevi falsopiani, facendo molta attenzione al tratto attrezzato con catene prima del colle; dal col Manzol il sentiero che scende al rif. Granero è ciclabile con buona tecnica discesistica, se si ha una full suspended sicuramente si è agevolati; fare molta attenzione in caso di terreno umido o bagnato, perchè in questo caso alcuni passaggi su rocce sono al limite della ciclabilità; dal rif. Granero alla conca del Prà la ciclabilità migliora ancora, sempre se si hanno doti discesistiche buone (se si abbassa il cannotto reggisella o si usa un cannotto telescopico sicuramente si scende più disinvolti);
arrivati all’inizio della conca del Prà si incontra la strada sterrata e quì si scende disinvolti fino a Villanova dove si prosegue per Villar Pellice su strada asfaltata;
l’alternativa per arrivare a Villanova è percorrere il sentiero che scende più ripido e che attraversa in alcuni tratti la strada; scegliendo questa opzione si conclude un giro di tutto rispetto dal punto di vista tecnico in discesa;
a mio avviso non è da sottovalutare il tratto di strada sterrata dal rif. Jervis fino a Villanova, perchè di solito è proprio su queste facili carrareccie, percorse ad alta velocità, che un calo di attenzione può essere fatale, soprattutto perchè la strada è priva di protezioni a valle;
per chi ne è provvisto attivare l’app. GEORESQ del CAI, per essere tracciati lungo il percorso( con l’accortezza di portarsi un powerbank per aiutare la batteria del telefono)
alcune altre note importanti: evitate derapate e frenate brusche sul sentiero , che fanno figo o stupido( a seconda dei punti di vista) e rovinano solo il terreno scavando canali di erosione per l’acqua; altra cosa: rallentate se possibile in prossimità degli escursionisti( specialmente se con cani e con bimbi) e ringraziate del passaggio…un pò di gentilezza e cortesia non guasta mai e noi cicloescursionisti siamo un pò più ben visti…

gran bel giro, non sono tanti i km, ma il portage fino al col Manzol a mio avviso è un test di motivazione; gita dedicata ad Agostino che amava queste vette;
muntagne del me piemunt: splendidi panorami che spaziano sul monte Granero e su tutta la valle morenica fino al col d’Armoine

Link copiato