Mandrea – Nord Fiore di Corallo

Mandrea – Nord Fiore di Corallo
La gita
fedevg
4 14/04/2018

Salita di grande valenza storica, aperta ben 35 anni fa da una cordata importante.
Impegnativa e severa, sia nella gradazione, sia nello stile. La logica della salita segue un sistema di fessure e diedri su roccia rossa, epica la traversata/cavalcata del grande tetto con massima esposizione e piedi in semi spalmo.
Le fessure sono dure, slavate e non permettono una scalata rilassante e piacevole, la libera va conquistata lottando.
Giordani grada severo, qui il VII (!) è quello vero, solido.
Mi piacerebbe conoscere le gradazioni reali in libera, soprattutto dei tiri chiave, dove determinati gradi si possono certamente scomodare…
Ripetuta con Baba-Biro in gran spolvero, molti tiri ci sono venuti a vista, tranne L3 (la volta), L6 ed il tetto di L8. Il diedro di L6 nella parte alta è completamente fradicio, ma si passa bene in A0.
Un plauso particolare a Baba per aver salito a vista L2, la partenza è una bella legnata nei denti.
Roccia non sempre buona, soprattutto su L1 e sull’uscita.
Probabilmente siamo usciti sull’ultimo tiro dello Spigolo Bonaglia-Maghella, dato che ci è sembrato ben più impegnativo dell’ultimo tiro che segna Filippi come III.
Grande giornata memorabile, di quelle che rimangono.

Link copiato