Malpensata (Grangia la) da Ronco Canavese

Malpensata (Grangia la) da Ronco Canavese
La gita
blin1950
5 10/06/2017
Accesso stradale
Nessun problema

Partenza da Ronco, saliti al Nivolastro, la bocchetta Furchia, traverso fino alla prima dorsale, salita della medesima passando per il ripetitore e poi per dorsale principale alla Punta Furchia, m. 2107 e sempre per dorsale con qualche aggiramento, raggiunto la Grange Malpensata. Dalla Malpensata, seguito l’indicazione “CIAL” sulla placca in pietra, su un percorso dove le tracce di sentiero, sono praticamente assenti, ma seguendo i bolli rossi di vernice, attraversando canali con pendenze molto sostenute, siamo giunti all’intaglio- bocchetta, quota gps 2270 circa dove si incrocia il percorso per la Cima Fer da Puntagliera. Dall’intaglio scesi alla Grange La Cial, poi alla Bocchetta del Frate e Breve risalita alla panoramicissima quota 1928 della cresta dell’Anciesieu. Sosta in quota, poi discesa su sentiero a Puntagliera, poi per strada a Quandin, dove a destra parte un sentiero che scende al Torrente Forzo, che si attraversa su un bel ponte in legno e per prati raggiunto Convento. Per strada raggiunto Ronco, ai Ponti per Tiglietto, dove avevamo parcheggiato l’auto.

Giornata splendida, traversata con panorami insoliti, naturalisticamente molto bella, non proprio facile, per via della mancanza pressoché totale di traccia di sentiero, però direi abbastanza ben segnato con bolli di vernice rossa, dove ci sono le pietre, dove c’è solo erba, bisogna allungare la vista cercando conferma più lontano…, alcuni pendii o tratti di pendii sono veramente molto ripidi. L’ultimo tratto di traverso-salita del canale che precede l’intaglio-bocchetta di quota 2270, noi l’avevamo già percorsa, allora non ancora segnata, il 9 Maggio 2015, salendo dalla baita dell’Alpe Balma a quota 1753. Con l’Amico Franco, ideatore di questo gran giro, che come ama dire Lui, “non è per tutti”.

Link copiato