Maladière (la) No angel

Maladière (la) No angel
La gita
obelix-falbala
3 20/03/2016

La prima via lunga dell’anno e molto probabilmente la prima in assoluto del 2016 alla Maladière.
Fatta però pensando che la boulangerie di Araches finisse i pan bagnat e la birra prima che arrivassimo.
3h30′ per completare nove tiri è un tempo degno del sangue svizzero di Nicole, erede del celebre centometrista Ueli Steck e per far prima ha lasciato alla sosta dell’ottavo tiro due moschettoni con cordino (miei) :).
Sappiatelo cari ripetitori che oltre alla sosta il bottino prevede un bel rinvio Petzl precipitato alla base della parete dal quarto tiro (causa mia stavolta, ci sono state acerrime vendette durante questa scalata :)), quindi un po’ più in basso verso destra rispetto all’attacco della via ;).

I tiri rognosi e quelli con roccia con roccia dubbia -L2, L3, L6, L9- se li è sparati Nicole che forse pensava di camminare e che passa comunque in libera tutte le lunghezze tranne il 7a: veramente brava!

Impegnativo e decisamente sottogradato L7, vale almeno 6b+!
Difficilotto il 7a da fare a vista ma la birra andava meritata…magic line!

Parete completamente asciutta ma il sentiero di avvicinamento va fatto con scarpe con suola decente e bastoncini: c’è ancora tanta neve da calpestare!

Appiccicati alla parete oggi oltre a noi due, Giò e Nicola su “Indiana Jaune” con uscita “Vade retro Satanas”. Velocissimi anche loro

Link copiato