Madonna della Bassa (Santuario) da Caselette. giro per Pilone della Costa, Pascaletto, Almese

Madonna della Bassa (Santuario) da Caselette. giro per Pilone della Costa, Pascaletto, Almese
La gita
andrea-de-filippo
4 25/10/2014
Equipaggiamento
Front-suspended

Partenza dal piazzale di Casellette con nubi, ma temperatura gradevole. Tagliafuoco in ottimo stato. Poi le rampe al Pilone Mollar o Della Costa. Breve pausa per godersi la valle e poi in direzione Madonna della Bassa sulla parte più impegnativa del percorso, più per l’alto contenuto tecnico che il dislivello. Sentiero pulito e asciutto. Primo passaggio al piazzale dove si incrociano i sentieri che scendono dal Mont Curt, quello che va alla Madonna della Bassa e il sentiero degli Alpini. Doveroso allungo fino alla Madonna della Bassa, dove ci siamo coperti prima di iniziare la discesa. Secondo passaggio al piazzale e giù sul single trek del Sentiero degli Alpini. il sentiero è stretto e molto tecnico. Ma ci si diverte molto. Il sentiero rimane a mezza costa fino ad un bivio dove sulla destra si risale verso la Madonna della Bassa. Proseguendo diritti, dopo solo 20 metri c’è un altro bivio. A destra prosegue il sentiero degli Alpini. A sinistra inizia una discesa “molto impegnativa”(è ben indicato!!) e noi ci siamo lanciati su questa. La discesa è ripida, su sentiero stretto, con spesso pietroni in mezzo al sentiero da affrontare con attenzione. L’ultimo pezzo è uno slalom tra muretti di pietra e tronchi affioranti. Difficile ma appagante. Si sbuca poi in una delle borgate di Rubiana e da lì per via asfaltata siamo rientrati su Almese e poi Casellette. Complessivamente 38 km molto impegnativi tra salite e discese tecniche ma davvero divertenti per gli appassionati di MTB.

Con Michelone in gran forma e con un grandissimo Giorgio, al suo primo giro per la Tagliafuoco.

Link copiato