Lyskamm (Naso del) traversata Rifugio Quintino Sella – Rifugio Gnifetti

Lyskamm (Naso del) traversata Rifugio Quintino Sella – Rifugio Gnifetti
La gita
marcolandia
5 15/07/2017

Da Quintino Sella si sale la traccia per il Castore deviando verso destra (est) dopo un paio di centinaia di metri (traccia presente). Si salgono e scendono un paio di dossi passando dal Ghiacciaio del Felik a quello del Lys e compiendo, in falsopiano, un grosso arco che passa sotto il Lyskamm aggirando la zona dei seracchi verso sud (non abbiamo incontrato crepacci).
Si arriva sotto le roccette del naso che si superano direttamente con semplice arrampicata di II grado oppure spostandosi sulla neve alla destra. Presenti due spit a metà e al termine delle rocce per sicura o eventuale calata. Superate le roccette si sale sulla dorsale di neve nel punto meno ghiacciato (100 mt circa, 40-45 gradi). Noi abbiamo fatto tutto -sia rocce che neve – in conserva ma è possibile eventualmente fare dei tiri con sosta su chiodi, soprattutto in caso di ghiaccio affiorante (che noi non abbiamo trovato, ma che è probabile in stagione avanzata).
Il pendio si fa più dolce e si sale dritti fino alla crestina di roccia che porta in cima al Naso.
Da li discesa su nevaio – roccette semplici verso sud fino alla partenza delle due vie di discesa: diretta per il versante Est (45 gradi, ghiaccio, non in condizioni oggi) oppure per le roccette verso sud (ometti e paletti, I grado) fino ad incontrare il ghiacciaio e la traccia che porta alla base della Piramide Vincent e all’autostrada verso la Gnifetti.

Fare le rocce e la paretina di neve, tracciato classico del Mezzalama, è oramai la vera normale al Naso dal Felik. Il passaggio di traverso sulla parete Ovest fino al passo del naso non è più praticabile e molto pericoloso.

Link copiato