Lusiero del Moton Gran Diedro delle Forcioline

Lusiero del Moton Gran Diedro delle Forcioline

Dettagli
Altitudine (m)
2450
Dislivello avvicinamento (m)
1000
Sviluppo arrampicata (m)
150
Esposizione
Sud
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Castello (Pontechianale) salire il Vallone di Vallanta e poi entrare nel Vallone delle Forcioline, 200 metri prima di entrare nell'omonimo canale attraversare il torrente e seguire una traccia con ometti che in breve, passando su facili terrazzi, vi porta alla base dell'evidente diedro. 2,30
Note
Scalata rara per la zona, via trad di concezione moderna, molti tratti a incastro, roccia a tratti non buona e lichenata.

Materiale: si tratta di una scalata in fessura interamente da proteggere, in posto le soste con due spit, cordone e maillon e circa 7/8 chiodi. Portare friend da 0.2 a 5 tipo Camalot, doppi da 0.4 a 3.
Descrizione

L1: 6b, fessurino tecnico. L2: 6c, completamente a incastro di mano e pugno. L3: 6c, dulfer, incastri e traverso in discesa per arrivare in sosta. L4: 6c, partenza delicata in placca poi diedro verticale. L5: 6a, tetto boulder poi facile fino in cima.

Discesa: da L5 scendere 20 metri fino a una sosta a spit, 55 metri portano ad un’altra sosta che porta a terra in 30 metri.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima salita:V. Rudatis, A. Siri e B. Cerruti. Stefano Pellisero e Giorgio Emanuel l'anno ripercorsa, pulendola e attrezzando le soste a spit nell'estate 2013. Liberata da Alberto Fantone e Gianluca Bocca il 1 luglio 2014.
Cartografia:
Monviso IGC 1:50000
fantomas
01/07/2014
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato