Les Vuardes Papy fait de la resistance

Les Vuardes Papy fait de la resistance

Dettagli
Altitudine (m)
1000
Dislivello avvicinamento (m)
200
Sviluppo arrampicata (m)
250
Esposizione
Est
Grado massimo
7b
Difficoltà obbligatoria
6c

Località di partenza Punti d'appoggio
Cluses

Avvicinamento
Da Cluses seguire per Rommes lungo la D119. Arrivati a Rommes dopo una curva a 90 gradi a sx c’e’ una fontana sulla dx; 50 metri dopo la fontana prendere a sx la strada che sale e che diventa poco dopo sterrata. Dopo 300m si parcheggia a meno che non abbiate un 4x4 con cui proseguire. Si segue a piedi la strada per un 20-25 minuti. In corrispondenza di un tornante a dx parte in piano un sentiero a sinistra, spesso acquitrinoso, in mezzo all’erba. Alla prima deviazione tenere la sx – in leggera discesa - e arrivare sul bordo della falesia dove partono le doppie Plenitude. 10 minuti dal tornante.
Note
La parete va in ombra alle 14 in estate; okkio al caldo, state scalando a 1200 metri
Si scende in 6 doppie.
Attacco: praticamente sulla linea delle doppie individuare un grande tetto a circa 30 metri dal suolo con alla sinistra uno sperone arrotondato placcoso. A sinistra dello sperone c’e’ una rampa erbosa e i metri facili del primo tiro.
12 rinvii + moschettoni per soste; non serve altro; attrezzata ottimamente con spit del 10-12 color oro.
Descrizione

L1, 4c rampa erbosa e rocce rotte fino ad una cengia da cui parte effettivamente la via. In alternativa si può salire il 1o tiro della via a destra che supera lo sperone arrotondato grigio. In cima allo sperone si passa a dx di un alberello e poi si traversa decisamente a sinistra per 15 metri fino a raggiungere la stessa sosta. Può essere utile un friend camlot 2-3 per proteggere il traverso a sx per il 2° di cordata. 6b+ delicato, bello, non banale, spit 8mm.

L2, 6c+ Il tiro è quello di destra; l’altro è Papy Recidive; primo strapiombo fisico, 25-30m
L3, 6c sempre diritto, muro a tacche roccia rossa, bellissimo, 25-30m
L4, 7b partenza su grosse prese distanti ma facile, poi le prese finiscono e ci sono dei passaggi delicati, alcuni con lo spit ai piedi. Finale su placca con piccole prese, sosta appesi. 25-30m
L5, 7a in leggera ascesa a sinistra; finale a sorpresa: le prese ci sono ma non si vedono! 25-30m
L6, 7a/7a+ bellissimo, prima muretto poi diedro fisico
L6, 7a+, salire obliquando a dx, molto bello
L7, 7a+, primo spit difficile da superare, poi ancora alcuni metri difficili (spesso bagnati) prima di traverso marcato a dx per uscire su placche grige facili; 50 metri

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Una delle più belle delle Vuardes; una delle due vie delle Vuardes riportate sul libro di Mussatto
6 anni fa
Link copiato