Laris o Larissa (Col) da Outre l’Eve

Laris o Larissa (Col) da Outre l’Eve
La gita
scristal2
3 30/09/2012
Accesso stradale
Strade umidicce !

Partito tardi, alle 11.30, dopo un imprevisto lavoro mattutino. Ma ieri andava bene cosi’ , visto che tanto aveva smesso di piovere da poco.Sentiero ben segnato fino all’Alpe Vercoche, poi diventa un po piu’ “wild” , ma fino al lago non ci sono problemi. Dopo invece , la musica cambia. Si trovano ancora un po’ di tracce verso il lago Piana , poi il tutto diventa assai vago. Cque se si presta un po’ di attenzione si trovano degli ometti ed ogni tanto qualche vecchio segno giallo che indicano la strada migliore . Indicativamente dopo il lago Piana si obliqua verso dx salendo verso il Bec Laris fino ad una poco pronunciata spalla, da dove inizia un mezzacosta verso sx(senso di salita) tra erba olina infida e alcuni grossi massi. Giunti all’altezza del 2° traliccio si ritrova una traccia di sentiero (vecchi segni gialli)che porta ad una spalla da cui in breve a sx si raggiunge l’ometto del colle.

Giornata uggiosa in partenza , ma a poco a poco si e’ aperto e il sole ha fatto capolino a tratti dopo le 14 e fino al tramonto. Incrociato solo un escursionista poco sotto il lago Vercoche, un valligiano invece lavorava con una escavatrice all’Alpe Vercoche, dove nei paraggi c’e’ un garn pasticcio fangoso.
Gita molto bella fino ai laghi, poi i tralicci fanno perdere parecchio alla wilderness del luogo.
Anche oggi grande pennichella al colle , silenzio assoluto , solo il fruscio lieve del vento e il fischio di una coppia di camosci.

Link copiato