Lago (Pilastri del) ViaVai

Lago (Pilastri del) ViaVai

Dettagli
Altitudine (m)
2100
Sviluppo arrampicata (m)
250
Esposizione
Nord-Ovest
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5c
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a0

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Accesso: andare in macchina al lago di Campo Moro in alta Valmalenco, proseguire in auto fino a un piazzale poco prima della diga del lago superiore, il lago dell'Alpe Gera. Dal piazzale si vede a sinistra, dall'altra parte della valle, la falesia Deposito Inerti. Continuare a piedi per la strada che porta sulla diga. Da qui prendere la stradina che costeggia la rocciosa riva sinistra del lago, direzione val Poschiavina. L'attacco delle vie si trova poco dopo una galleria in una zona di grossi massi.
L'attaco di Viavai e' lo stesso di Lilly, primo spit in comune, poi viavai parte a destra.
Note
Tiro chiave ben protetto, abastanza fisico.
Descrizione

L’attacco è al termine della parete, subito prima del pendio prativo;
L1 Salire la placchetta con fessurino. Rimontare un risalto sulla destra e salire facilmente per
placca. Raggiungere la sosta su comodo ripiano (4c).
L2 Rimontare la struttura sopra la sosta risalendo il diedrino-canale. Continuare diritti per
placca fino ad una sosta. Superare la sosta e proseguire fino alla sosta successiva (4b).
L3 Salire diritti fino ad un tettino. Superare la struttura e raggiungere aa sosta.
L4 Spostarsi a sinistra e proseguire diritti fino ad altro muretto aggettante. Superare la struttura e proseguire
brevemente diritti per placca facile. Raggiungere un muretto dove si sosta stando subito
sotto una grossa cengia (6a+)
L5 Rimontare sulla cengia e traversare verso sinistra superando il sasso a sinistra della sosta.
Superare una prima fila di spit che sale sulla parete sovrastante strapiombante. Raggiungere
poco oltre la base di una fessura diedro verticale (diversi spit) e fermarsi alla base (tiro di
raccordo).
L6 Risalire la fessura diedro (fisica). Al termine, proseguire facilmente e brevemente diritti per
placca fino alla sosta (6b).
L7 Salire diritti per placca fino alla sosta. Se si scende in doppia, fermarsi alla sosta; in caso
contrario, continuare brevemente diritti raggiungendo un ampio ripiano. Sostare in
corrispondenza di un sasso sotto la paretina successiva (4a).
Discesa o in doppia (prevedere 2 corde) o a piedi (consigliata, passeggiata molto bella), vedere relazione Lilly o seguire:
Dal masso sullo spiazzo, portarsi a destra e risalire facilmente per breve rampa la parete soprastante.
Raggiungere un altro prato e traversare verso destra aggirando la parete soprastante (ometti).
Aggirare la struttura verso destra, superando il suo spigolo destra su una facile e appoggiata
placchetta. Raggiungere una piccola valletta in leggera salita verso sinistra. Risalire la valletta (sulla
sinistra si trova la struttura appena superata) fino al termine. Continuare diritti in discesa (ometti)
fino a raggiungere un prato piö pianeggiante. Continuare verso sinistra in direzione del visibile lago
(ometti). Raggiungere brevemente la mulattiera e seguirla verso sinistra fino a tornare all’attacco.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Via Aperta da Rossi A. Parolini O.
Bibliografia:
http://www.guidealpine.net/Vie/ValMalenco.php e http://www.fraclimb.com/
olly_
20.06.2020
3 mesi fa

Condizioni

Link copiato