Jbel ToubKal da Imlil

Jbel ToubKal da Imlil
La gita
uderto
4 28/02/2013
Accesso stradale
accettabile fino a Imlil
Osservazioni
Nessuno
Quota neve m
3000
Equipaggiamento
Scialpinistica

Partiti dall’Italia il 27/2 e fiondati in macchina a Imlil, e di corsa ,col mulo,su fino al rifugio,nella nebbia.Serata fredda e notte accettabile,se si sorvola su puzze e profumi.
Il mattino sci nella sacca e via con pedule o scarponi da sci, perche’ la neve non c’e’!Per pendenze impegnative siamo arrivati al colle e da qui con fatica x la quota ma senza dificolta, in vetta.Lo spettacolo e’ maestoso con una vista impareggiabile a 360°.Interminabile la discesa , prima sulla pietraia, poi su qualche lingua di neve , fino al rifugio e da qui, infine giu’ colle ultime energie fino al villaggio.

La soddisfazione di avere conquistato la vetta della piu’ alta montagna del Nord Africa e’ stata in parte mitigata dall’impossibilita’ di usare gli sci, che ci siamo portati, non senza difficolta’, da casa.Da sottolineare la performance dei tre moschettieri dello Ski Team che sono passati in 36 ore dalla neve Ossolana alla vetta del Toubkal e in altre 6 ore dai 4000 alla base, dopo aver assistito con apprensione ,in vetta al grave infortunio di un alpinista tedesco.Gradito e piacevole il super Tour che ci siamo regalati fino a Zagora’ , la porta del deserto e , attraversando ambienti severi dai forti contrasti, bello il ritorno fino alla caotica ma accantivante Marrakech.
Bravi Monty ,Marco e Ude : non vi siete lasciati mancare niente !

Link copiato