Jarea (Rocca) Cresta Nord-Ovest

Jarea (Rocca) Cresta Nord-Ovest
La gita
marco-berra
4 31/07/2022
Accesso stradale
Ok

Per arrivare all’attacco del diedro citato in relazione consiglio di tenersi il più possibile a sinistra una volta raggiunta la base del primo torrione, da qui si risalgono una serie di gradini per una 40ina di metri fino ad una comoda terrazza. Il diedro salito da giorgiobi e soci è una decina di metri sulla destra, riconoscibile dai licheni gialli una volta saliti i primi gradini (ringrazio giorgiobi per la foto che ci ha permesso di non sbagliare).
Dalla terrazza (nut per sosta) si segue la fessura (chiodo) fino ad uno sbalzo con licheni gialli, lì bisogna fare un passo a sinistra e prendere la seconda fessura (chiodo) fin contro la paretina. Si doppia uno spigoletto a destra e si entra in una strettoia che presenta un ultimo passo un pò atletico (facilmente proteggibile) che permette di guadagnare le placchette finali.
Dalla cima, con direzione Monviso, si scorge pochi metri sotto un terrazzino con un chiodo (abbiamo lasciato un anello di calata) che permette di scendere sui facili risalti sottostanti con una doppia di 15 m giusti.
Da qui in poi abbiamo preso la prima parte della marcata cengia sul versante N, per poi tagliare sul versante opposto tramite una facile fessura e una cengia, fino a raggiungere un sistema di placche a riguadagnare il filo di cresta e in breve la cima. Il percorso ci sembrava quello descritto ma non siamo riusciti a trovare la placca di 5 m con chiodo sul versante NO, probabilmente dovevamo tagliare un pò prima e riprendere il filo di cresta più in basso.
Sufficiente una corda da 30 m, usati friend dal micro al 2 BD, un paio di fettucce. Ribattuto tutti i chiodi.
Discesa per la via normale.
In compagnia di Diego.
Son già sei anni, questa è per te Ivan.

Link copiato