Infernone (Ferrata dell’)

Infernone (Ferrata dell’)
La gita
freehagi
4 11.07.2020

Ferrata interessante soprattutto per l’ambiente in cui si sviluppa. Un pò meno la prima parte in quanto si sviluppa su sentiero lontana dal letto del torrente Elvo, mentre diventa molto suggestiva dal primo ponte in avanti. Si supera il primo ponte (il più lungo dei tre totali della ferrata) e si continua sulla destra orografica del torrente fino a riattraversarlo nuovamente su un ponte di pietra. Si raggiunge così la bella cascata che è anche il punto migliore eventualmente per fermarsi e per fare un bagno (oggi qualche “ferratista” aveva con sé il costume e ne ha approfittato). Poco oltre la cascata si affronta il secondo ponte e poi si entra nella parte più suggestiva ed anche più scivolosa a picco sulle varie marmitte ed orridi formate dal torrente. Qui abbiamo preso un temporale che è durato esattamente il tempo per superare questo tratto e che ha aumentato notevolmente l’atmosfera del luogo. Ancora il breve ponte finale e poi il rientro per il bel sentiero lungo la Roggia Molinaria (canale d’irrigazione) verso Sordevolo.

Con Davide e mio figlio Gioele che superato le gambe molle sul primo ponte e la scivolata sulle ginocchia sotto il temporale si è comportato benissimo.

Link copiato