Il sentiero dei Kayland (Cascata)

Il sentiero dei Kayland (Cascata)
La gita
sergente-hartman
4 04/02/2018
Accesso stradale
Strada sbarrata all'altezza del cascinone
Condizioni ghiaccio
Buono
Tipo ghiaccio
Duro e spaccoso
Quota neve m
700

Strada spalata fino al cascinone prima del primo paravalanghe.
Si calzano gli sci appena superata la prima enorme valanga e comodamente si percorre la strada.
Si supera la diga del laghetto, le varie baite e i due ponti sul torrente fino all’ultima baita con il parcheggino; appena prima della baita superare il torrente con le cascate ben in vista di fronte. Calcolare almeno 1h/1:30 di pelli dalla macchina all’attacco.
Ghiaccio di marmo e tutta da picchiare, non banale. L1 se preso tutto a dx contro le rocce come abbiamo fatto noi, ha un pezzo bello dritto e per nulla scontato, diversamente se si passa a sx è molto più facile.
L2 praticamente di trasferimento con poco ghiaccio, L3 bello, divertente con l’uscita dalla colonnetta molto bella.
Non abbiamo trovato la sosta di L3, forse si potrebbe fare un abalakov ma noi abbiamo sostato su una delle piante alla dx del canale, in alto, a fine corda e da li con una doppia ci siamo calati senza abbandonare nulla.
Cordoni alle soste discreti, se li avessi avuti dietro li avrei sostituiti, almeno quelli di S2 ad ogni modo, soste sicure.

Giornatona con Stefano. Dopo la cascata, pellatina di 700 metri nei boschi all’ombra per una bella sciatina “defaticante”.
Rientro appena prima del tramonto, sci dritti e ritorno a bomba all’auto.
Temperature perfette, sempre appena sotto zero, per una volta non abbiamo patito né il caldo né il freddo.
Ovviamente nessun altro in val Varia oltre a noi. Figata!
Per chi avesse voglia di un pò di cascatismo alla vecchia maniera, sembra che in fondo sia Gross Saloppe che Nirvana potrebbero essere formate… si vedevano delle belle candele azzurre ma c’è da pedalare per andare a prenderle e vedere.
Le due cascate appena a dx di Kayland, nell’altro canale sembrano invece in ottime condizioni.

Link copiato